Gli annunci video di 30 secondi “unskippable” scompariranno da YouTube

Google vuole concentrarsi sui formati più brevi che funzionano meglio sia per gli utenti sia per gli inserzionisti. A essere spinto maggiormente sarà il Bumper, formato “unskippable” di 6 secondi nato per il mobile

di Caterina Varpi
17 febbraio 2017
YouTube-logo

A partire dal 2018, su YouTube non appariranno più gli annunci video di 30 secondi “unskippable”.

La piattaforma di proprietà di Google vuole infatti concentrarsi sui formati più brevi che funzionano meglio sia per gli utenti sia per gli inserzionisti. Resteranno, infatti, i formati da 20 secondi e 6 secondi non saltabili. A essere spinto maggiormente nel 2018 sarà il Bumper, formato “unskippable” di 6 secondi nato per il mobile e lanciato nel corso dello scorso anno (leggi l’articolo dedicato).

Il video da 30”, utilizzato per molto tempo, è ormai in declino, con tassi di abbandono elevati. Anche per i pre-roll “skippable”, non si registrano numeri del tutto positivi: una ricerca di Magna e Media Lab di IPG Mediabrands rivela come il 76% dei consumatori salta gli spot perché è un’abitudine. In ogni caso, le persone prestano attenzione agli spot pre-roll, e ne ricordano i brand pubblicizzati (leggi l’articolo dedicato).

La mossa di Google punta quindi a trattenere gli utenti su YouTube e a contrastare la crescita dei video su Facebook, che rende il social network sempre più attraente per le persone e per i marchi. Inoltre, vuole spingere gli inserzionisti ancora inclini a usare sul digital lo spot televisivo a investire nella creazione di contenuti ad hoc.

Engage nella tua e-mail. Gratis, ogni giorno