Su Facebook Live arriva lo streaming video in diretta. E sui post verrà introdotto il tasto Non mi piace

Menlo Park sfida Meerkat e Periscope. I filmati sui profili degli influencer possono essere salvati, pubblicati e condivisi. Lo annuncia Zuckerberg con un video in diretta dall’HQ

di Caterina Varpi
16 settembre 2015
facebook-live-Mark-Zuckerberg

Live, la piattaforma di Facebook per lo streaming video, lanciato a luglio come parte dell’applicazione Mentions riservata alle celebrità, viene resa accessibile a personaggi pubblici, vip, sportivi, giornalisti, attori, ecc. che hanno un profilo col bollino blu, ossia la cui autenticità è stata verificata dal social network. Gli influencer ora possono trasmettere video in diretta per comunicare con il proprio pubblico.

Ad annunciarlo con un video da Menlo Park è stato il numero uno di Facebook, Mark Zuckerberg, in diretta sulla piattaforma.

Questo potrebbe essere il primo passo per ampliare l’estensione del servizio anche a tutti gli utenti del social. Sta di fatto, che Facebook ha lanciato la sfida a Meerkat e Periscope, che in pochi mesi hanno fidelizzato milioni di utenti grazie alla possibilità di pubblicare video in streaming. Se la funzionalità di Facebook ha di negativo il fatto di essere riservata a pochi, ha il vantaggio rispetto ai competitor di salvare e pubblicare i filmati sul proprio profilo, che rimangono disponibili anche per la condivisione, mentre su Merkaat i video non possono essere salvati e su Periscope vengono cancellati dopo 24 ore.

Grazie e queste due piattaforme, nell’ultimo anno lo streaming video ha avuto una diffusione esponenziale. Il social di proprietà di Twitter ha raggiunto i 10 milioni di utenti e ha da poco aggiunto la possibilità di inviare riprese anche in orizzontale.

Questa non è la sola novità annunciata da Facebook: se lo scorso anno Zuckerberg si era espresso in maniera negativa sulla possibilità di inserire il tasto Non mi piace, ora il ceo del social network fa marcia indietro. Venendo incontro alle richieste degli utenti, Zuckerberg ha parlato dell’arrivo di un nuovo tasto che permetterà agli utenti di esprimere stati d’animo diversi dal semplice Mi piace, non sempre adatto a tutti i tipi di post, come ad esempio quando gli utenti vogliono esprimere empatia per una notizia negativa o un evento drammatico.

Molto probabilmente il simbolo adottato per il tasto non sarà il pollice verso: “Non voglio – ha detto Zuckerberg – trasformare Facebook in un sondaggio permanente”. Inoltre, il punsante non dovrà comparire in ogni post ma solo su alcuni, in modo da consentire agli utenti di esprimere sostegno quando qualcuno condivide qualcosa di triste.

L’arrivo di questa nuova opzione per gli iscritti alla piattaforma potrebbe avere un forte impatto sulle indagini di mercato e sulla profilazione degli utenti.

Infine, Facebook sta lavorando a un’applicazione video stand alone in grado di sostenere la visione a 360° o i video “sferici” sugli smartphone.

Engage nella tua e-mail. Gratis, ogni giorno

Engage La Prima
La nostra newsletter quotidiana, contenente le 10 notizie più impattanti della giornata, per rimanere sempre aggiornato sui trend del mercato.

Engage Mag
Il nostro magazine periodico, con focus e speciali di approfondimento, distribuito anche in forma cartacea ai principali eventi di settore.

Partner Messages
Messaggi periodici dai nostri partner. Se acconsenti alla ricezione di queste email, aiuterai Engage a mantenere i suoi canali fruibili gratuitamente, e, oltretutto, potresti trovare inviti e informazioni utili alla tua azienda.