Facebook sfida LinkedIn: allo studio la versione Pro “Facebook at Work”

La nuova piattaforma consente di avere un profilo lavorativo, indipendente da quello personale, tramite cui chattare e collaborare con i colleghi ed entrare in contatto con altri professionisti

di Alessandra La Rosa
17 novembre 2014
Facebook

Facebook lancia una nuova sfida a Google, Microsoft e, soprattutto, LinkedIn.

Secondo quanto riporta il Financial Times, infatti, il social network starebbe lavorando a una novità chiamata “Facebook at Work”, un nuovo sito versione Pro che consentirebbe ai colleghi di chattare e collaborare sui documenti e ai professionisti di entrare in contatto.

La piattaforma proporrà di fatto un servizio molto simile al classico Facebook con tanto di News Feed e gruppi, permettendo però alle persone di mantenere un profilo lavorativo separato da quello personale.

Gli utenti potranno creare pagine e gruppi dedicati alla propria professione o comunque collegati alle tematiche del lavoro, e il servizio comprenderà anche una chat e strumenti di collaborazione che permetteranno di lavorare su documenti comuni che potranno poi essere salvati direttamente online e facilmente condivisi. Tutto completamente scisso dal proprio profilo personale, e non visibile da esso.

Il sito è già esistente, e da qualche tempo è utilizzato dai dipendenti del social network. Solo nell’ultimo anno si è pensato di espanderlo ad altre società. E ora alcune lo usano in via sperimentale in attesa del lancio ufficiale, di cui non si conoscono ancora le tempistiche.

La novità porrebbe Facebook in diretta concorrenza con LinkedIn, ma anche con Google Drive e i suoi prodotti e servizi rivoltiai professionisti, e con Microsoft Outlook, Office e Yammer, il social network aziendale acquistato da Redmond nel 2012.

Sempre secondo quanto dice il Financial Times, “Facebook at Work” dovrebbe almeno inizialmente essere un servizio gratuito, con l’obiettivo di portare gli utenti del social network a trascorrere più tempo sulla piattaforma. Cosa che farebbe particolarmente gola agli investitori pubblicitari: più tempo si trascorre sulla piattaforma maggiori sono infatti le chance e la pubblicità da mostrare.

Resta da vedere se la novità riuscirà a superare gli scetticismi di molte aziende, sia sulla condivisione di informazioni professionali (e spesso riservate), sia su possibili “cali della produttività” che nel tempo hanno reso l’uso di Facebook durante le ore lavorative un vero e proprio “tabù”.

Engage nella tua e-mail. Gratis, ogni giorno

Engage La Prima
La nostra newsletter quotidiana, contenente le 10 notizie più impattanti della giornata, per rimanere sempre aggiornato sui trend del mercato.

Engage Mag
Il nostro magazine periodico, con focus e speciali di approfondimento, distribuito anche in forma cartacea ai principali eventi di settore.

Partner Messages
Messaggi periodici dai nostri partner. Se acconsenti alla ricezione di queste email, aiuterai Engage a mantenere i suoi canali fruibili gratuitamente, e, oltretutto, potresti trovare inviti e informazioni utili alla tua azienda.