Facebook: Instant Articles, chatbot, realtà aumentata, video live. Le novità dell’F8

Tante le funzionalità inedite di casa Facebook annunciate nella prima giornata dell’F8 Conference, l’evento dedicato agli sviluppatori in svolgimento a San Francisco

di Simone Freddi
13 aprile 2016
F8-Facebook-2016-Zuckerberg

Instant Articles per tutti i publisher (e misurabili, grazie a un accordo con Nielsen), chatbot su Messenger, occhiali del tutto simili a quelli da vista per la realtà aumentata e video live su tutti i dispositivi. Tante le novità di casa Facebook annunciate nella prima giornata dell’F8 Conference, l’evento dedicato agli sviluppatori inaugurato martedì a San Francisco.

Instant Articles, ora ce n’è per tutti

Ora è ufficiale: Facebook all’F8 ha confermato che la propria offerta di Instant Articles è aperta a tutti gli editori, consentendo a qualsiasi publisher di importare i propri contenuti sul social network per consentire agli utenti di leggerli senza mai uscire dal social, senza di conseguenza aspettare i tempi a volte lunghi di caricamento dei siti d’origine.

La compagnia, secondo cui sono già oltre 1000 i publisher che hanno già scelto di adottare gli Instant Articles, ha ufficializzato anche una serie di nuove partnerhip e strumenti, incluse integrazioni con WordPress, Medium, RebelMouse, ShareThis, Sovrn, Tempest, Adobe Analytics, Chartbeast, Parsely, SimpleReach e Nielsen.

La partnership con Nielsen, in particolare, permetterà agli editori di monitorare la portata e l’efficacia delle news pubblicate direttamente sulla piattaforma attraverso gli Instant Artcles. La misurazione avverrà attraverso Digital Content Ratings, e permetterà agli editori che useranno il servizio di conoscere il contributo degli Instant Articles alle prestazioni complessive dei loro articoli in termini di utenti, pagine viste e tempo speso.

Messenger, arrivano i chatbot

Messenger e Whatsapp sotto i rifettori all’F8: non stupisce, se è vero come ha detto il CEO di Facebook Mark Zuckerberg che sulle due applicazioni per chattare vengono condivisi 60 miliardi di messaggi al giorno.

“Crediamo che dovreste essere in grado di scambiarvi messaggi con le aziende così come lo fate con gli amici“, ha dichiarato Zuckerberg, ufficializzando la possibilità per gli sviluppatori di creare i chatbot, assistenti virtuali che possono offrire informazioni e servizi in chat, per la piattaforma Messenger.

Grazie ai chatbot – già presenti con successo su un’applicazione concorrente di Messenger, Telegram – informazioni come il meteo, gli aggiornamenti sul traffico, le ricevute e le notifiche di spedizione saranno on demand, a portata di chat. Basterà mandare un messaggio per ottenere quello che cerchiamo: i chatbot capiscono il linguaggio naturale e sono in grado di rispondere ai 900 milioni di persone che usano la chat Messenger.

Facebook consente agli sviluppatori, attraverso il lancio della Messenger Platform, di creare chatbot per Messenger, una possibilità che secondo la compagnia migliorerà i servizi offerti dalle aziende ai clienti.

Assistenti virtuali, magari coadiuvati da assistenti in carne ed ossa, consentiranno di ottenere informazioni sulla spedizione di una merce ordinata online, di prenotare un hotel o biglietto aereo, di comprare e far recapitare un mazzo di fiori.

Anche i brand parleranno con i clienti, ma l’utente avrà gli strumenti per mantenere il controllo. “Dal momento che aziende potranno iniziare a interagire, con il servizio clienti o con un piccolo test di messaggi sponsorizzati – spiega Facebook – abbiamo costruito una nuova suite di controlli e politiche”.

Dunque, all’interno della piattaforma Messenger ci saranno degli “Sponsored Messages“, che consentiranno alle aziende di mandare dei messaggi di “re-engagement” a quelle persone che hanno già aperto volontariamente una conversazione con loro. Questi messaggi sponsorizzati sono attualmente in fase di test con selezionati inserzionisti, con un’attenzione particolare ad evitare che i messaggi costituiscano spam.

Gli utenti potranno “silenziare e bloccare le comunicazioni indesiderate”, e ci saranno regole precise per aziende e sviluppatori. Facebook, come di consueto, valuterà passo passo la reazione, positiva o negativa, degli utenti alla novità.

Facebook: intelligenza artificiale e realtà aumentata nel futuro

Zuckerberg ha quindi delineato il futuro dell’intelligenza artificiale, che servirà anche per migliorare Facebook, e della realtà virtuale e aumentata, con visori che tra 10 anni saranno esteticamente simili a normali occhiali da vista.

La realtà virtuale, ha affermato Zuckerberg, ha le potenzialità per diventare “la piattaforma più sociale di tutte”.

Altro passaggio della giornata inaugurale dell’F8 Conference è stato quello sui video, che gli utenti possono trasmettere in diretta su Facebook con Facebook Live. La piattaforma sarà ora aperta agli sviluppatori, che la potranno usare per permettere lo streaming da gadget come videocamere portatili e droni, proprio come ha fatto quello che seguito Zuckerberg durante tutto il suo intervento all’F8, trasmettendolo live.

Engage nella tua e-mail. Gratis, ogni giorno

Engage La Prima
La nostra newsletter quotidiana, contenente le 10 notizie più impattanti della giornata, per rimanere sempre aggiornato sui trend del mercato.

Engage Mag
Il nostro magazine periodico, con focus e speciali di approfondimento, distribuito anche in forma cartacea ai principali eventi di settore.

Partner Messages
Messaggi periodici dai nostri partner. Se acconsenti alla ricezione di queste email, aiuterai Engage a mantenere i suoi canali fruibili gratuitamente, e, oltretutto, potresti trovare inviti e informazioni utili alla tua azienda.