Ouverture #1: Fate largo allo Human Experience Design!

Lo scenario digital ha ridefinito gli equilibri del mercato e sta modificando il concetto stesso di business, oggi chiamato ad accogliere e interpretare i bisogni e le esigenze dei suoi primi destinatari: le persone.
Lo Human Experience Design è la chiave di lettura strategica, che rende tangibile e concreto questo approccio. Parola di Connexia

di Letizia Giottoli, Chief Operating Officer di Connexia
31 gennaio 2018
Human_Experience_Digital_Value_3

Signore e signori, il 2018 è servito.

E, come per ogni nuova avventura che si rispetti, servono audacia, desiderio di conoscenza, curiosità, intimo bisogno di stimoli, per sondare percorsi nuovi e inesplorati, con l’obiettivo ambizioso di interpretare il complesso rapporto tra uomo e tecnologia.

Il viaggio che scegliamo di intraprendere quest’anno scaturisce dal desiderio di indagare i molteplici aspetti della digital transformation, partendo dalla human experience per arrivare al digital value, passando da design e creatività.

Prima di buttarsi a capofitto nel mondo della Human Experience, vale la pena soffermarsi su un dettaglio, non mero vezzo etimologico, ma chiave di lettura strategica, necessaria per introdurre un percorso nuovo e autentico.

A metà degli anni ‘90, Donald Norman, professore di psicologia e scienze cognitive, avvia, per primo, la discussione sul tema della User Experience, ponendo l’accento sul concetto di utente e di consumer. Un approccio che nasce originariamente per essere declinato nell’ambito del design, dell’ingegneria gestionale e, più in generale, nelle strutture complesse.

Prendendo spunto proprio da questa riflessione, si dispiega l’universo dello Human Experience Design, che assume come proprio centro prospettico assoluto la persona, l’individuo, il fulcro di tutto il processo di ideazione, progettazione e design. Si tratta di un approccio innovativo, che non riguarda esclusivamente la dimensione online, ma si estende anche al di fuori del mondo digitale, trovando il suo compimento all’interno di un ecosistema complesso in cui l’essere umano, la persona, vive e interagisce.

Per arrivare a mappare tutto il processo di Human Experience Design è necessario, in primis, raccogliere dati, osservare, analizzare i comportamenti umani all’interno di un contesto, in relazione con i propri bisogni e le diverse interazioni, siano esse online oppure offline.

Quali sono i principali bisogni? Quali stimoli catturano la loro attenzione? Come coesistono e interagiscono due o più identità all’interno dello stesso contesto?

Domande precise, rilevanti, che trovano risposta solo ricorrendo a osservazioni analitiche e discipline comportamentali. Dalla Human Experience si originano dati e insights, vero “motore” di qualsiasi processo creativo, fondamentali per dare vita a path e journey model personalizzati, “diffusi” e contingenti.

In una parola Data Driven Creativity and Design.

Tutti gli approcci Human Centered implicano, come avremo occasione di vedere, una serie di trasformazioni e cambiamenti, che intervengono sia nella sfera privata, sia all’interno dell’ambito professionale.

Digital Workplace Experience. Smart City. Design Without Interface. Data Visualization. Sono solo alcuni dei temi disruptive che tratteremo nelle prossime puntate.

Il cuore del nostro discorso resta, dunque, immutato: la digital transformation è un processo abilitato dall’insieme dei cambiamenti tecnologici e culturali all’interno delle aziende, un approccio fondamentale per accogliere e soddisfare i bisogni della persona, entità tangibile e concreta.

Engage nella tua e-mail. Gratis, ogni giorno

Engage La Prima
La nostra newsletter quotidiana, contenente le 10 notizie più impattanti della giornata, per rimanere sempre aggiornato sui trend del mercato.

Engage Mag
Il nostro magazine periodico, con focus e speciali di approfondimento, distribuito anche in forma cartacea ai principali eventi di settore.

Partner Messages
Messaggi periodici dai nostri partner. Se acconsenti alla ricezione di queste email, aiuterai Engage a mantenere i suoi canali fruibili gratuitamente, e, oltretutto, potresti trovare inviti e informazioni utili alla tua azienda.