Come conquistare i Millennial? Online la guida di Mosaicoon per i marketer

Dalla ricerca è emerso che il video è il formato più utilizzato e performante, ma skippano i pre-roll il 59% delle volte. La risposta della piattaforma: una strategia costruita sui dati

di Teresa Nappi
20 febbraio 2018
Millennial-Mosaicoon

Il video è un fattore critico di successo nella comunicazione dei brand preferiti dai Millennial: è quello che emerge dalla ricerca di Mosaicoon, che mette insieme analisi di mercato e i risultati di un audit effettuato con Sonar per fornire insight utili allo sviluppo di una strategia di comunicazione data-driven.

Nella sua nuova guida, intitolata Conquistare i Millennial con il video, l’azienda ha raccolto informazioni, statistiche e spunti pratici per brand e marketer che vogliono comunicare ai nativi digitali, nati a cavallo tra gli anni ‘80 e il 2000: un target tanto interessante in termini di business quanto difficile da raggiungere.

«I Millennial sono skippatori seriali: sono difficili da convertire attraverso tecniche di marketing e formati tradizionali e quasi impossibili da fidelizzare. Ci sono però alcuni brand che hanno davvero capito come catturare la loro attenzione e creare una relazione con loro», commenta Marco Imperato, Chief Product Officer di Mosaicoon. «La nostra analisi parte proprio dai brand che i Millennial amano di più, e sfrutta la tecnologia di Sonar per capire le ragioni del loro successo».

I risultati della ricerca di Mosaicoon

Dalla ricerca è emerso che il video è il formato più utilizzato e performante e che esiste una ricorrenza nei temi di comunicazione di queste aziende, temi in cui i Millennial evidentemente si identificano.

Secondo l’analisi condotta, nello specifico, i Millennial spendono circa 2 ore al giorno a guardare video online, ma skippano il classico pre-roll il 59% delle volte per andare direttamente al contenuto.

La guida pubblicata da Mosaicoon include, quindi, altre ai dettagli relativi alla ricerca, anche un mini action-plan, basato sull’approccio promosso attraverso la propria piattaforma: si incentivano le strategie in cui sono i dati, e non il gusto o le intuizioni, a suggerire quali contenuti funzionano meglio per industry e su target specifici.

La tech company continua a lavorare perché il successo della comunicazione di un brand possa essere “pianificato in modo sempre più scientifico”, si legge nella nota diffusa.

Engage nella tua e-mail. Gratis, ogni giorno

Engage La Prima
La nostra newsletter quotidiana, contenente le 10 notizie più impattanti della giornata, per rimanere sempre aggiornato sui trend del mercato.

Engage Mag
Il nostro magazine periodico, con focus e speciali di approfondimento, distribuito anche in forma cartacea ai principali eventi di settore.

Partner Messages
Messaggi periodici dai nostri partner. Se acconsenti alla ricezione di queste email, aiuterai Engage a mantenere i suoi canali fruibili gratuitamente, e, oltretutto, potresti trovare inviti e informazioni utili alla tua azienda.