comScore, le app dominano il tempo speso su mobile

In Italia il tempo speso sui dispositivi mobili rappresenta il 64% di tutti i minuti digitali spesi online. Lo rivela il report La Piramide dei bisogni del Mobile per il 2017

di Caterina Varpi
18 aprile 2017
mobile-adv

In Italia il tempo speso sui dispositivi mobili rappresenta il 64% di tutti i minuti digitali spesi online. Questo è uno dei dati emersi dal report La Piramide dei bisogni del Mobile del 2017 di comScore.

Lo studio traccia l’evoluzione globale di smartphone e tablet fino a diventare lo strumento digitale primario, rivelando comportamenti specifici per i quali queste piattaforme sono diventati importanti per la vita quotidiana dei consumatori. Il rapporto utilizza dati mobile e multi-piattaforma da nove mercati (USA, Canada, Regno Unito, Spagna, Italia, Brasile, Messico, Cina e Indonesia) per dimostrare tendenze di pubblico e di consumo, insieme a differenze locali nel panorama digitale.

«La quota dominante del tempo digitale rappresentato dal mobile a livello globale evidenzia la necessità di una misurazione in grado di catturare tutte le forme di attività su questi dispositivi – dichiara Will Hodgman, vice president of international di comScore. – Questo report sottolinea l’importanza della demografia, del consumo di app e delle tendenze comportamentali specifiche per paese che gli editori, gli inserzionisti e le agenzie necessitano di valutare in modo efficace per l’audience mobile in un mondo multi-piattaforma. Siamo entusiasti di espandere questa precisa misura per Mobile su un numero ancora maggiore di mercati durante il 2017».

Il report, basato su dati provenienti dalla suite di soluzioni mobile e multi-piattaforma di comScore, copre le tendenze chiave del Mobile, tra le quali l’utilizzo di app, la demografia e l’accesso multi-piattaforma su categorie come – tra le altre – Social Media, Dating, Retail, Banking e Travel.

Gli utenti mobile only non sono solo millennial

Tra le principali evidenze del report, il fatto che i dispositivi mobili rappresentano oltre il 60% di tutti i minuti digitali in tutti i nove mercati studiati e fino al 91% del totale in Indonesia. In Italia rappresentano il 64%.

mobile-2017-comscore-1

Le app dominano il tempo speso per smartphone e tablet, rappresentando oltre l’80% dei minuti via mobile nei Paesi presi in considerazione (l’87% per l’Italia).

mobile-2017-comscore-2

La quota di consumatori che abbandonano il desktop varia sensibilmente a seconda del luogo: dal solo 7% del Regno Unito, fino al 70% dell’Indonesia con l’Italia che si attesta intorno al 25%. Il pubblico Mobile-Only comprende sorprendentemente utenti appartenenti a tutte le fasce demografiche, anche nel nostro Paese.

mobile-2017-comscore-3

Il tempo speso sui social media da mobile varia dal 21 al 38% con l’Italia che segna uno 28,5%. Il comportamento sui Social Media si è spostato verso i contenuti. In Spagna, la condivisione di link a siti web è cresciuta dell’11% nel 2016, rispetto ad un calo del 3% nella pubblicazione di status personali.

La comodità del Mobile ha fatto sì che le audience per le categorie ad alto valore – come quelle Banking e Travel – abbiano superato i problemi di sicurezza fino a sorpassare il desktop in molti mercati.

Messenger, WhatsApp ma non solo

La classifica delle Top App è dominata da grandi player internazionali, ma sono forti le differenze locali. App di messaggistica come WhatsApp, Facebook Messenger, Wechat, QQ, Instant Messenger e Line, rappresentano quasi 1 minuto su 7 per alcuni mercati non statunitensi e hanno portato a un calo della messaggistica SMS standard.

In Nord America il leader di mercato è Facebook Messenger, in Europa e in America Latina è invece Whatsapp a spopolare, in Asia invece emergono realtà locali che hanno un numero elevatissimo di utilizzatori nel mercato interno ma poco diffuse nel resto del mondo (Line, QQ, WeChat).

Ci sono evidenti differenze a livello geografico nell’utilizzo quotidiano delle Messaging App: gli americani le utilizzano solo per l’1% del tempo trascorso in totale su mobile, i britannici per il 3% mentre nel resto del mondo Whatsapp/Facebook Messenger etc. sono responsabili di percentuali tra il 12,9% e il 15,8% del tempo che passiamo online sui nostri smartphone.

L’Italia (assieme alla Cina) è un paese in controtendenza per l’utilizzo del mobile lato Dating, se infatti nel mondo anglosassone (USA, UK, Canada) è una tendenza ad appannaggio principale dei millennials (18-34), sono gli italiani over 35 che doppiano i più giovani per minuti trascorsi al mese su properties dedicate.

Engage nella tua e-mail. Gratis, ogni giorno

Engage La Prima
La nostra newsletter quotidiana, contenente le 10 notizie più impattanti della giornata, per rimanere sempre aggiornato sui trend del mercato.

Engage Mag
Il nostro magazine periodico, con focus e speciali di approfondimento, distribuito anche in forma cartacea ai principali eventi di settore.

Partner Messages
Messaggi periodici dai nostri partner. Se acconsenti alla ricezione di queste email, aiuterai Engage a mantenere i suoi canali fruibili gratuitamente, e, oltretutto, potresti trovare inviti e informazioni utili alla tua azienda.