Travel: in Italia il 21% delle prenotazioni avviene da mobile

Smartphone e tablet non sono più solo mezzi usati per informarsi e organizzare, ma anche per acquistare voli, hotel e altro. Ecco gli ultimi dati di Criteo, che offre anche alcuni consigli alle aziende del settore

di Simone Freddi
14 ottobre 2015
Criteo-mobile-commerce

Quando si tratta organizzare viaggi e vacanze, sempre più consumatori in tutto il mondo utilizzino i dispositivi mobili: lo smartphone si usa per informarsi e organizzare, ma anche – e sempre di più – per acquistare voli, hotel e altro.

Lo dimostra l’edizione 2015 del Travel Flash Report di Criteo, lo studio in cui la multinazionale francese specializzata in performance marketing fotografa le abitudini di navigazione e acquisto dei viaggiatori, prendendo in esame un campione di oltre un miliardo di prenotazioni generate da centinaia tra i migliori fornitori di servizi turistici e agenzie di viaggio online.

La ricerca, i cui risultati sono stati illustrati mercoledì a Milano dall’Head of Travel Products di Criteo Daniele Beccari, delinea una serie di tendenze chiave che possono offrire agli operatori del Travel indicazioni utili su come ottimizzare le strategie di marketing e sfruttare al meglio le opportunità offerte dalle piattaforme mobile.

Travel: le prenotazioni mobile sono raddoppiate nel 2015, vola l’in-app commerce

Il dato più significativo è l’impennata delle prenotazioni da mobile, la cui quota sul totale delle prenotazioni è quasi raddoppiata nell’ultimo anno, passando dal 12% al 23%. La crescita è trasversale a tutte le categorie di prenotazioni, con un minimo del 15% per i biglietti ferroviari, fino ad arrivare a oltre il 30% per gli appartamenti. Il trend vede l’Italia allineata agli altri principali Paesi dell’area europea, che sorprendentemente vede la Germania come Paese più in ritardo nella transizione al mobile. “Colpa” soprattutto, ha spiegato Beccari, di procedure di sicurezza sulle transazioni online per nulla “mobile friendly”.

Nel nostro Paese, nella prima metà del 2015, le prenotazioni da mobile hanno raggiunto il 14% del totale delle prenotazioni online di voli aerei, il 21% delle prenotazioni di hotel e il 24% di pacchetti vacanza, il dato più alto rispetto al dato globale del 19%.

 

All’interno del mobile, le transazioni via smartphone stanno superando quelle via tablet (che in Italia hanno ancora un peso leggermente superiore: 10% contro 11%). Un ruolo crescente, inoltre, è giocato dalle applicazioni: le aziende che hanno investito in in-app advertising e tracking, inoltre, hanno generato il 49% delle prenotazioni da mobile tramite app.

Smartphone e acquisti last minute

Nelle prenotazioni online, la scelta del device dipende da diverse variabili: il momento della giornata, il giorno della settimana, la durata del soggiorno, la tipologia di prenotazione sono tutti elementi che hanno un peso in questo senso. Gli smartphone si confermano i dispositivi più efficaci per il “last minute booking”: nel caso delle prenotazioni di hotel per il giorno stesso, per esempio, il 47% di prenotazioni avvengono tramite smartphone e il 58% tramite smartphone e tablet.

Anche per questo motivo, lo scontrino medio dell’acquisto mobile è più contenuto (in Italia, il valore della transazione media su smartphone nel Travel è pari a circa il 60% di quello su pc e tablet). Sul telefonino si prenotano soprattutto viaggi e alloggi “mordi e fuggi”, mentre per i pacchetti viaggio più impegnativi si preferisce il tablet o il “caro vecchio pc”.

Beccari: «Rendere il processo d’acquisto mobile friendly»

Per le aziende e i retailer del travel, cosa significa tutto ciò?

«La ricerca dimostra che il mobile sta diventando mainstream nel Travel: gli utenti utilizzano i nuovi device non solo per informarsi, ma anche per portare a termine le prenotazioni. Quindi è utile fare in modo che questo processo sia il più semplice possibile, rendendo il processo d’acquisto mobile friendly, con pagine semplici e un numero limitato di dati da inserire. Inoltre, questo è il momento di investire sulle app e sull’in-app adv, se qualcuno aveva ancora dei dubbi», suggerisce Daniele Beccari.

Anche le particolarità degli acquisti da mobile offrono precise indicazioni agli ecommerce del settore Travel: «Secondo la nostra ricerca, l’uso del mobile per prenotazioni travel in si impenna nel caso degli acquisti sul giorno stesso o in mobilità. E’ quindi utile fare ricorso a strumenti come la geolocalizzazione, le offerte last minute e a piccoli dettagli come la data del giorno stesso preimpostata nelle form per massimizzare le conversioni», afferma l’Head of Travel Products di Criteo.

Engage nella tua e-mail. Gratis, ogni giorno

Engage La Prima
La nostra newsletter quotidiana, contenente le 10 notizie più impattanti della giornata, per rimanere sempre aggiornato sui trend del mercato.

Engage Mag
Il nostro magazine periodico, con focus e speciali di approfondimento, distribuito anche in forma cartacea ai principali eventi di settore.

Partner Messages
Messaggi periodici dai nostri partner. Se acconsenti alla ricezione di queste email, aiuterai Engage a mantenere i suoi canali fruibili gratuitamente, e, oltretutto, potresti trovare inviti e informazioni utili alla tua azienda.