Sport Network: dopo un 2017 chiuso in linea, il focus ora è sul new business

Voci vorrebbero la concessionaria vicina all’acquisizione di Videolina. I rumors non ancora confermati dall’A.D. Reali che però traccia un bilancio e parla di piani futuri principalmente incentrati sull’allargamento del portafoglio anche online

di Teresa Nappi
18 gennaio 2018
Aldo-Reali-sport-network
Aldo Reali

Un anno ricco di nuove sfide è quello che è stato inaugurato da Sport Network, la concessionaria di Gruppo Amodei, al centro in questi giorni di diversi rumors e notizie.

Engage ha allora raggiunto l’Amministratore Delegato di Sport Network Aldo Reali per fare il punto sugli andamenti della società: «Il 2018 si è aperto con novità importanti, primo tra tutti l’accordo con il gruppo Angelucci per la gestione della raccolta pubblicitaria del quotidiano Libero sia off sia online (leggi qui l’articolo dedicato), e altre sono in arrivo», ha detto orgoglioso il manager ricordando che grazie a quest’ultima acquisizione, la concessionaria può vantare oggi oltre 8,3 milioni contatti/mese nel bouquet di mezzi nella stampa quotidiana (fonte TSSP 2016C Eurisko) e circa 6, 3 milioni di utenti unici/mese in ambito digital (fonte Audiweb ottobre 2017).

Rispetto alle novità in arrivo, Reali non fornisce ulteriori dettagli, ma alcuni rumors parlano di un prossimo annuncio riguardante l’acquisizione da parte della concessionaria della raccolta di Videolina, emittente televisiva a carattere regionale della Sardegna, che andrebbe a incrementare ulteriormente il network pubblicitario televisivo della concessionaria entro il quale ritroviamo Telenorba (ultima acquisizione messa a segno nel 2017 dalla società) e altre reti areali e tv nazionali a carattere sportivo.

I risultati e la composizione del portfolio di Sport Network

L’anno appena concluso è stato determinante per delineare l’anima della nuova vision della concessionaria Sport Network. «Una vision che ha inoltre portato risultati concreti e che ci ha permesso di raggiungere l’obiettivo di consolidare l’ottimo risultato registrato a fine 2016 (+26%, ndr), anno sui generis caratterizzato dalla performance legata agli Europei di Calcio. Quel risultato era stato eccezionale, ma noi abbiamo lavorato per consolidarlo anche in assenza di grandi eventi sportivi».

Una sfida che il gruppo, come il mercato, si troverà ad affrontare anche nel 2018 con la mancata partecipazione dell’Italia ai Mondiali di Calcio molto probabilmente. Sarà anche per questo che Reali non si esprime per ora sugli obiettivi per quest’anno, momento in cui però ci conferma: «Continueremo in ogni caso la nostra politica di espansione del network», che di fatto già oggi si presenta con un portafoglio di mezzi già ampio: radio, tv, digital, magazine e stampa quotidiana. Con l’ultima acquisizione di Libero di fatto la concessionaria ha rafforzato il comparto dei grandi quotidiani di opinione italiani, già ricco de Il Fatto, Il Giornale, Il Tempo, che si affiancano all’eccellenza dei due quotidiani sportivi della Famiglia Amodei, Corriere dello Sport-Stadio e Tuttosport,  che rappresentano circa il 50% del mercato degli sportivi nel nostro Paese.

La visione sull’online

Continuando nelle riflessioni sul 2017 e sull’anno appena iniziato, una parentesi specifica è stata dedicata da Reali all’online: «È un ambito per noi strategico, che sta crescendo molto bene e costantemente e su cui stiamo investendo», dichiara l’a.d. «La divisione digitale di Sport Network ha lavorato ed è di fatto diventata un punto di riferimento riconosciuto nel mercato per affidabilità e risultati conseguiti».

Di fatto una delle divisioni a più alte performance, ci rivela ancora il manager, specificando inoltre che ad oggi rappresenta «una percentuale importante dell’intera raccolta della concessionaria».

La politica di espansione del network, specifica il manager, «coinvolgerà di fatto anche questa area».

La struttura commerciale valica i confini italiani

Non solo network però. Reali infatti conferma a Engage l’effettiva apertura di una piccola struttura commerciale in Spagna: «Un piccolo presidio volto a rendere possibile a investitori spagnoli di pianificare i nostri spazi in Italia».

La scelta di puntare sul mercato iberico sta nella «vicinanza con le caratteristiche del mercato italiano», dice il manager.

Engage nella tua e-mail. Gratis, ogni giorno

Engage La Prima
La nostra newsletter quotidiana, contenente le 10 notizie più impattanti della giornata, per rimanere sempre aggiornato sui trend del mercato.

Engage Mag
Il nostro magazine periodico, con focus e speciali di approfondimento, distribuito anche in forma cartacea ai principali eventi di settore.

Partner Messages
Messaggi periodici dai nostri partner. Se acconsenti alla ricezione di queste email, aiuterai Engage a mantenere i suoi canali fruibili gratuitamente, e, oltretutto, potresti trovare inviti e informazioni utili alla tua azienda.