Sanremo al via: raccolta in crescita per un evento sempre più multischermo

L’a.d. di Rai Pubblicità Fabrizio Piscopo ha espresso ottimismo circa la possibilità di migliorare di un 5% la performance 2014. Intanto, cresce l’attesa sui social: raddoppiati rispetto all’anno scorso i tweet alla vigilia

di Alessandra La Rosa
10 febbraio 2015
Sanremo-2015-conti-arisa-emma

L’Italia scalda timpani e ugole e si prepara a 5 giorni di full-immersion canora.

Parte stasera infatti il 65esimo Festival della Canzone Italiana di Sanremo, un’edizione che si pone obiettivi ambiziosi sia di share che di sponsor, grazie a un’offerta, editoriale e commerciale, ancora più multipiattaforma delle precedenti.

«Come direttore devo avere un obiettivo per gli ascolti: sarò già felice di doppiare la media di rete che è il 19%. Quindi partirei dal 38% in su, il risultato del Festival dell’anno scorso», ha dichiarato recentemente il direttore di Rai1, Giancarlo Leone, aggiungendo che un clima insolito, di «grande serenità», caratterizza l’attesa per il Festival.

Un’attesa, quella dell’avvio della kermesse che quest’anno sarà presentata da Carlo Conti, accompagnato dalle cantanti Emma e Arisa e dall’attrice e conduttrice televisiva spagnola Rocío Muñoz Morales, particolarmente sentita sui social network, come rileva “AudiSanremo”, l’osservatorio creato da Radio Italia e Reputation Manager che, a poche ore dal suo inizio, ha registrato 57.756 tweet sul Festival di Sanremopostati da 11.418 utenti, esattamente il doppio rispetto all’anno scorso. Il tweet più retwittato è quello di Emma, che posta su Instagram una mini-clip dove canta “perché Sanremo è Sanremo”, ricevendo 513 retweet e 914 like.

Sul fronte pubblicitario, il risultato finora sembra positivo per Rai Pubblicità, con l’a.d. Fabrizio Piscopo che ha espresso ottimismo circa la possibilità di migliorare di un 5% la performance dello scorso anno. Secondo i calcoli del Sole 24 Ore, alla vigilia della kermesse la raccolta si sarebbe aggirata intorno ai 20 milioni di euro al netto delle commissioni per agenzie e centri media (intorno al 15%), che potrebbe salire fino a 22 milioni entro la fine del Festival. Considerati i 16 milioni di costi messi a budget per la manifestazione, di cui 5,5 dalla convenzione fra Rai e il Comune di Sanremo e 10,5 milioni di costi per l’emittente pubblica, il risultato finale potrebbe essere positivo per circa 4 milioni (l’utile nel 2013 era stato di poco più di 2,7 milioni).

Quattro i main sponsor della kermesse canora: Suzuki, Wind, Unicredit e Conad (dai quali, complessivamente sono arrivati circa 6 milioni di euro), cui sono riservati break dedicati di 45 secondi e product placement ad hoc.

Grandi aspettative, dunque, sull’evento canoro, che quest’anno avrà un’ancora più spiccata anima digital: sul sito www.sanremo.rai.it, infatti, l’offerta di contenuti sarà ancora più ampia ed esclusiva, e fruibile anche attraverso le pagine social dedicate al Festival (Sanremo, Rai.tv, Rai 1).

Sul sito, tutte le sere la diretta del Festival sarà preceduta da un Pre-Festival e soprattutto sarà seguita dal #Dopofestival, entrambi in esclusiva web. I due format sono realizzati dalla Struttura Multipiattaforma di Rai1 in collaborazione con la Direzione Web Rai. Tutta l’offerta sarà fruibile liberamente senza previa registrazione. Gli utenti che vorranno commentare in diretta potranno effettuare l’accesso mediante il loro account social. Sul sito di Sanremo gli utenti potranno inoltre rivedere tutti i contenuti delle serate televisive, accedere a contenuti extra e backstage sia in live streaming attraverso webcam dedicate che in modalità on demand, tenersi informati costantemente con le ultime news dall’Ariston, votare online i propri cantanti preferiti e seguire l’andamento in tempo reale del cinguettio Twitter intorno al Festival grazie al Twitter Tracker, un’applicazione che monitora in tempo reale l’andamento delle conversazioni su Twitter relative al Festival.

Diverse inoltre le call to action attive su Facebook e Twitter, la maggior parte delle quali troveranno sbocco nel #Dopofestival: #GuardoSanremo, un selfie durante il Festival; #Ask, le domande degli utenti agli artisti ospiti dell’after show; #SanMagalli, le richieste e le domande del web veicolate dal nuovo “portavoce” della Rete; e #ChoUnLink, la segnalazione di contenuti originali degli utenti per costruire il #Dopofestival.

Confermata inoltre, anche per questa edizione, la presenza del Twitter Mirror nel retropalco dell’Ariston, che immortalerà gli artisti subito dopo l’esibizione con un selfie immediatamente disponibile sull’account Twitter ufficiale di Sanremo.

Engage nella tua e-mail. Gratis, ogni giorno

Engage La Prima
La nostra newsletter quotidiana, contenente le 10 notizie più impattanti della giornata, per rimanere sempre aggiornato sui trend del mercato.

Engage Mag
Il nostro magazine periodico, con focus e speciali di approfondimento, distribuito anche in forma cartacea ai principali eventi di settore.

Partner Messages
Messaggi periodici dai nostri partner. Se acconsenti alla ricezione di queste email, aiuterai Engage a mantenere i suoi canali fruibili gratuitamente, e, oltretutto, potresti trovare inviti e informazioni utili alla tua azienda.