Nuovo format per il talent show The Voice of Italy

Huawei, Wind e T-Roc sono i main sponsor dell’edizione 2018 del talent musicale della Rai. L’offerta di Rai Pubblicità è multimediale

di Lorenzo Mosciatti
16 marzo 2018
THE-VOICE-OF-ITALY-2018

A due anni di distanza dall’ultima edizione, svoltasi nel 2016, The Voice of Italy si appresta a tornare sulle frequenze di Rai Due, Radio 2 e su RaiPlay con un nuovo cast e un meccanismo rinnovato. A condurre le 8 puntate del talent show, in onda da giovedì 22 marzo alle 21:20, arriva Costantino della Gherardesca mentre le poltrone girevoli ospitano il veterano J-Ax e tre coach “esordienti”, Al Bano, Francesco Renga Cristina Scabbia, la cantante dei Lacuna Coil. Il format 2018 sarà inoltre più breve a agile, in 8 puntate, mentre il meccanismo di selezione si divide in 4 blind auditions, 2 knockouts, 1 battle e 1 final live show.

Rai conta di ottenere per The Voice ascolti migliori rispetto all’ultima edizione, anche perché il talent musicale rappresenta uno dei principali eventi commerciali della prima parte dell’anno per Rai Pubblicità, la concessionaria di Viale Mazzini. Main sponsor del programma sono il mobile partner Huawei, Volkswagen con l’automotive partner T-Roc e Wind Tre.

I tre brand sono stati coinvolti già da alcune settimane da Rai Pubblicità con un evento sul territorio caratterizzato dall’elemento iconico di The Voice, la poltrona del giudice, valorizzata da dettagli decorativi riportanti propri i loghi degli sponsor. Il tour, partito da Sanremo con una postazione nei pressi del Teatro Ariston in occasione del Festival, ha raggiunto i punti più affollati della città di Milano: piazza Gae Aulenti il 3 e 4 marzo, Milano Mecenate all’interno delle Officine del Volo il 7 marzo e il Tempo dei libri dall’8 al 12 marzo. Domani, sabato 17 marzo, l’appuntamento sarà alle Colonne di San Lorenzo, dove sarà allestita la postazione con la poltrona e sarà proiettato sulla facciata di uno dei palazzi della piazza un video mapping dedicato al tour e agli sponsor. Tappa finale del percorso sarà la piazza Tre Torri, presso City Life, il 14 e il 15 aprile.

Oltre alla visibilità sul territorio, Rai Pubblicità ha messo anche un’offerta crossmediale che coinvolge Rai 2, Rai Radio 2, RaiPlay, Cinema e RaiPlay Radio. Su Rai 2, il programma, per tutte le 8 puntate, sarà preceduto da un segmento editoriale di anteprima con il product placement (durata 10’). E’ stata messa a disposizione anche un’impaginazione pubblicitaria ad hoc con una nuova posizione, il super spot da 60’’.

E’ quindi prevista la copertura pubblicitaria anche di tutti i contenuti digital proposti su RaiPlay: oltre alla pianificazione tabellare, con formati display e reach media, il piano di comunicazione contempla spazi nativi all’interno della scheda dedicata al programma semper su RaiPlay. I brand saranno inoltre protagonisti sui social di The Voice con attività di storytelling legata ai propri placement tv. Tra gli inserzionsiti, Perfetti, con il brand Golia, ha sposato tutto il progetto di comunicazione digital legato a The Voice.

Per quanto riguarda il cinema, nelle sale del circuito Rai Pubblicità andranno in onda clip 90’’ di best of della settimana on air in posizione ad hoc con sponsor in apertura o chiusura.

Le novità dell’edizione 2018

The Voice of Italy punta da quest’anno su una nuova dinamica di gara, a partire dalla durata: l’edizione 2018 di The Voice of Italy sarà infatti più snella, con 4 delle 8 puntate dedicate alle “Blind Auditions”, le ormai iconiche “audizioni al buio” che si svolgeranno in uno studio rinnovato. Nella prima fase saranno 100 gli aspiranti concorrenti che, accompagnati da un’orchestra live, tenteranno di conquistare i quattro coach, ma solo 48 di loro, 12 per team, arriveranno ai “Knock Out”. In questa seconda fase, e per due puntate, i talenti di ciascuna squadra si sfideranno fra loro con un cavallo di battaglia e solo i 16 rimasti, 4 per team, accederanno alla “Battle”, l’ultima fase eliminatoria, in un unico appuntamento. A questo punto spetterà a ciascun coach il compito di scegliere l’unico rappresentante del proprio team che, nella finalissima dal vivo di giovedì 10 maggio , sarà sottoposto al giudizio del pubblico a casa.

Le novità non finiscono qui. Durante le “Blind Auditions viene introdotto, infatti, il “Blocca coach”, ossia la possibilità per ciascun coach di escludere un suo collega nella scelta di un talento (esercitabile una sola volta in tutte le Blind). Nei “Knock Out” arriva invece un nuovo “Steal” con l’introduzione della cosiddetta “poltrona del ripescando”: ogni coach che ha scelto di salvare un talento eliminato da un altro team potrà rivedere la propria decisione, a favore di un talento più valido da aggiungere alla propria squadra. Nella “Battle” viene quindi introdotto il “Sing Off”, uno spareggio all’interno di ogni team sul brano che i talenti hanno presentato alle Blind Audition. I 4 vincitori dei “Sing Off” si sfideranno poi nella finale: accompagnati da un corpo di ballo e da un’orchestra di 13 elementi, i finalisti saranno votati in diretta dal pubblico. Il vincitore assoluto si aggiudicherà un contratto discografico con Universal Music Italia.

Engage nella tua e-mail. Gratis, ogni giorno

Engage La Prima
La nostra newsletter quotidiana, contenente le 10 notizie più impattanti della giornata, per rimanere sempre aggiornato sui trend del mercato.

Engage Mag
Il nostro magazine periodico, con focus e speciali di approfondimento, distribuito anche in forma cartacea ai principali eventi di settore.

Partner Messages
Messaggi periodici dai nostri partner. Se acconsenti alla ricezione di queste email, aiuterai Engage a mantenere i suoi canali fruibili gratuitamente, e, oltretutto, potresti trovare inviti e informazioni utili alla tua azienda.