Radio Rai, pubblicità a +16% nel terzo trimestre. La nuova stagione lanciata ad Expo

Radio Rai sotto i riflettori all’Esposizione Universale: ben 10 canali tra reti classiche e digitali, e un’offerta commerciale che, come ci spiega il direttore vendite Francesco Barbarani, mette al centro il “sistema”, con iniziative speciali ed eventi

di Simone Freddi
30 settembre 2015
Barbarani_Rai
Francesco Barbarani

Radio Rai in vetrina a Expo Milano 2015. Dopo una giornata tutta in diretta dal Padiglione Italia, martedì sera i canali radiofonici del servizio pubblico e Rai Pubblicità hanno presentato la nuova stagione presso lo studio Rai all’interno dell’esposizione universale.

Un’offerta a questo punto forte complessivamente di ben 10 canali, considerando le piattaforme classiche e quelle digitali: alle tre reti storiche – i cui ascolti, ha annunciato il d.g. Radio Rai Nicola Sinisi, sono cresciuti del 14,8% nei 12 mesi terminati a giugno rispetto a quelli precedenti – si aggiungono i 2 canali di servizio (IsoRadio e GrParlamento), e ben 5 reti fruibili in Dab e online, ognuno con una precisa identità: Radio 4 Light, Radio 5 Classica, Radio 6 Teca (con tutti i programmi e le trasmissioni d’archivio), Radio 7 Live (che partirà il 22 ottobre, in occasione del Premio Tenco) e Radio 8 Opera, live dal 6 di agosto scorso con riscontri di utenza già positivi. «Il pubblico delle App di Rai Radio cresce anch’esso, con 23 milioni di pagine viste tra il gennaio e l’agosto di quest’anno. E siamo leader anche nel podcast con oltre 80 milioni di download», ha sottolineato Sinisi.

Radio, un punto di forza per Rai Pubblicità

Anche da un punto di vista visivo, il bouquet complessivo di Rai Radio a partire da quest’anno appare organizzato in modo molto più sistematico grazie al lavoro di restyling dei loghi, il cui nuovo aspetto è stato svelato ieri sera nello Studio del Padiglione Italia.

Fabrizio Piscopo

Sul fronte commerciale, quest’anno più che mai la radio si sta rivelando un punto di forza per Rai Pubblicità, come ha sottolineato l’a.d. della concessionaria, Fabrizio Piscopo: «La radio è un mezzo dinamico, in continuo rinnovamento e naturalmente cross mediale». La raccolta pubblicitaria, grazie anche alle nuove iniziative speciali, nel terzo trimestre ha fatto segnare «un più 16 per cento, dopo uno strepitoso settembre a più 27 per cento», ha detto Piscopo.

Anche ottobre, in base agli ordini, si sta rivelando molto solido e tutto questo fa presagire una chiusura d’anno positiva per la Rai Pubblicità sul fronte radio, come ci ha anticipato Francesco Barbarani, direttore vendite web e radio di Rai Pubblicità:

«Da inizio anno, abbiamo attivato sul mezzo rapporti con 145 nuovi clienti sul mezzo radiofonico grazie anche alla nostra nuova politica commerciale, sempre più focalizzata sulla valorizzazione del “sistema” Radio, che cura il rapporto con l’utente finale non solo attraverso le classiche modalità di comunicazione del mezzo, ma anche attraverso iniziative speciali, eventi live sul territorio come il Caterraduno, il Lucca Summer Festival, il Festival del Cinema di Roma, e nuove opportunità di comunicazione come il Product Placement, che sta trovando sempre più spazio».

Il tutto si inserisce in un trend davvero positivo per il mezzo, che secondo FCP-Assoradio a luglio ed agosto ha messo a segno crescite a doppia cifra rispetto allo scorso anno. «Il mercato è in salute perché il mezzo è in salute. I fondamentali della radio sono solidissimi, e i clienti se ne rendono conto», commenta Barbarani, che guida la divisione da giugno 2014 e presto potrà contare su una importante novità organizzativa: la creazione di un team di specialisti della vendita del mezzo radio, dedicato al rapporto con i centri media (Finora, la radio era venduta alle centrali dai sales dell’area tv).

Radio Rai protagonista a Expo

Per quanto riguarda l’evento di presentazione della stagione, la serata è stata condotta da Marco Ardemagni e Filippo Solibello con alcuni dei protagonisti delle reti radiofoniche e i loro direttori che sono stati coinvolti in una sorta di “cooking show”. Oltre a presentare i programmi, infatti, i direttori delle reti sono stati impegnati nella preparazione di ricette “su misura” in compagnia di chef famosi. Per Radio 1 Flavio Mucciante ha incontrato Stefan Derflinger, per Radio 2 Paola Marchesini si è cimentata ai fornelli con Victoire Gouloubi, mentre per Radio 3 Marino Sinibaldi è stato protagonista di una ricetta con Fabio Picchi. Per Isoradio, infine, Lisa Casali – protagonista del “Cooking Show” quotidiano da Expo – ha “cucinato” con il direttore Danilo Scarrone.

Numerosi anche i protagonisti dei programmi radiofonici: Giorgio Zanchini, Maria Gianniti ed Emanuela Falcetti per Radio1, Luca Barbarossa e Max Giusti per Radio2, Loredana Lipperini per Radio3.

Engage nella tua e-mail. Gratis, ogni giorno

Engage La Prima
La nostra newsletter quotidiana, contenente le 10 notizie più impattanti della giornata, per rimanere sempre aggiornato sui trend del mercato.

Engage Mag
Il nostro magazine periodico, con focus e speciali di approfondimento, distribuito anche in forma cartacea ai principali eventi di settore.

Partner Messages
Messaggi periodici dai nostri partner. Se acconsenti alla ricezione di queste email, aiuterai Engage a mantenere i suoi canali fruibili gratuitamente, e, oltretutto, potresti trovare inviti e informazioni utili alla tua azienda.