Il Fatto Quotidiano verso la Borsa: scelti gli advisor per la quotazione su Aim Italia

Editoriale Il Fatto, la società guidata da Cinzia Monteverdi, punta con le nuove risorse a “sviluppare le business unit più innovative come Loft” e ad “adottare un approccio sempre più data driven” nella pubblicità

di Lorenzo Mosciatti
14 giugno 2018
Cinzia-Monteverdi-Ok
Cinzia Monteverdi

Editoriale Il Fatto Spa, l’editrice del quotidiano Il Fatto Quotidiano, diretto da Marco Travaglio nella versione cartacea e da Pete Gomez in quella online, annuncia con una nota di avere avviato le attività propedeutiche alla quotazione su Aim Italia, il mercato di Borsa Italiana dedicato alle piccole e medie imprese.

“Negli ultimi anni la Editoriale Il Fatto ha intrapreso un percorso di diversificazione del proprio portafoglio prodotti, con l’obiettivo di diventare una media company a 360 gradi”, spiega Cinzia Monteverdi, presidente e a.d. della società. “Si apre ora per noi una fase molto significativa, che ci porterà a raccogliere risorse per sviluppare ulteriormente le business unit più innovative come Loft, la nostra piattaforma di contenuti per la tv, e ad adottare un approccio sempre più ‘data driven’, grazie alla collaborazione con le piattaforme pubblicitarie più sofisticate”. La concessionaria del sito del Fatto è Moving Up, mentre Sport Network si occupa del cartaceo.

Editoriale Il Fatto ha chiuso il 2017 con ricavi per oltre 26 milioni di euro, mentre l’utile netto è stato di 618.000 euro, l’Ebitda di circa 2,4 milioni. La liquidità ammonta a 6,7 milioni di euro.

Nel processo di ammissione alla quotazione Editoriale Il Fatto è affiancata da Advance SIM come Nomad e Global Coordinator, Emintad in qualità di financial advisor, e Fidentiis come Co-Bookrunner. Nctm agisce in qualità di legal advisor, Kpmg come società di revisione e Studio Gnudi come advisor fiscale. Close to Media è consulente per la comunicazione.

I principali azionisti della media company indipendente sono Cinzia Monteverdi e Antonio Padellaro, entrambi con il 16,26% delle quote, mentre Chiare Lettere ed Edima detengono ciascuno l’11,34% del capitale della società, seguiti da Francesco Aliberti con il 7,35%. Tra gli azionisti figyrano anche alcune delle firme di punta della testata, Tra le firme di punta della testata, con quote sotto il 5% secondo i più recenti dati camerali disponibili, da Marco Travaglio (4,88%) a Peter Gomez (3,25%) e Marco Lillo (2,44%). Editoriale Il Fatto detiene quindi azioni proprie pari al 25,67% del capitale sociale.

Engage nella tua e-mail. Gratis, ogni giorno

Engage La Prima
La nostra newsletter quotidiana, contenente le 10 notizie più impattanti della giornata, per rimanere sempre aggiornato sui trend del mercato.

Engage Mag
Il nostro magazine periodico, con focus e speciali di approfondimento, distribuito anche in forma cartacea ai principali eventi di settore.

Partner Messages
Messaggi periodici dai nostri partner. Se acconsenti alla ricezione di queste email, aiuterai Engage a mantenere i suoi canali fruibili gratuitamente, e, oltretutto, potresti trovare inviti e informazioni utili alla tua azienda.