Mondadori: Giallo Zafferano dal web al cartaceo con 1 milione di copie

Entrano nel vivo le sinergie rese possibili dall’acquisizione di Banzai Media da parte del gruppo di Segrate. Allo studio anche lo sviluppo del brand Studenti

di Lorenzo Mosciatti
16 marzo 2017
Mandelli-Maragliano-Santagata
Da sinistra Carlo Mandelli, Laura Maragliano e Andrea Santagata (@Andrea Del Bo/Mondadori Portfolio)

Iniziano a vedersi i primi frutti delle sinergie rese possibili dall’acquisizione di Banzai Media da parte di Mondadori, effettuata nel 2016.

cover Giallo Zafferano

Il gruppo editoriale ha annunciato oggi il lancio in edicola sabato prossimo, il 18 marzo, del primo numero di Giallo Zafferano, il nuovo magazine mensile di Mondadori che nasce come spinoff dell’omonimo brand digitale, una delle case history di maggior successo del mercato online italiano.

«Giallo Zafferanno si presenta in edicola con un tiratura di 1 milione di copie e con il sostegno di una campagna pubblicitaria realizzata da Hi! Comunicazione», spiega Carlo Mandelli, direttore generale Periodici Italia del Gruppo Mondadori. «Il magazine rimarrà in edicola da solo al prezzo di lancio di 1 euro, con una tiratura di circa 500.000 copie, e sarà poi allegato, dopo tre settimane, in abbinata facoltativa con Donna Moderna, Chi, Tv Sorrisi e Canzoni, Grazia, Tustyle, Starbene e Confidenze , al costo di 0,50 euro in più, con l’obiettivo di far conoscere il giornale ad un vasto lettorato». Sul fronte pubblicitario, con la raccolta gestita dalla concessionaria Mediamond, «il primo numero ha ottenuto un ottimo riscontro da parte del mercato, con 47 pagine di inserito su una foliazione di 136 pagine».

Un programma tv in autunno?

Il programma di sviluppo del brand Giallo Zafferano non si ferma al lancio del mensile cartaceo. «E’ infatti in fase di studio anche la realizzazione di un programma televisivo Giallo Zafferano, che potrebbe andare in onda il prossimo autunno su una delle reti Mediaset», aggiunge Mandelli. «Senza dimenticare le potenzialità del brand anche nel segmento dei libri». Un’operazione tra l’altro, quella del programma televisivo, già lanciata qualche anno fa da Banzai sul canale Fox.

«Giallo Zafferano è uno dei più importanti brand del mondo food in Europa», aggiunge Andrea Santagata, vice direttore generale Periodici Italia con delega al digitale e business development. «Sono 6,8 milioni gli italiani che visitano mensilmente il sito secondo Audiweb, dato che sale ad 11 milioni considerando le rilevazioni di comScore. La community di fan su Facebook può contare su 4,6 milioni utenti. L’audience è all’80% femminile, il traffico sempre più mobile, ormai pari al 75% del totale. A questi risultati ha da sempre contribuito la capacità di Giallo Zafferano di porsi nei confronti dei lettori come sito di servizio, come uno strumento che va incontro alle richieste e ai bisogni delle nostre utenti».

«Un giornale sì di carta ma con un taglio molto interattivo», spiega il direttore Laura Marigliano, alla guida anche di Sale&Pepe, Cucina Moderna, Cucina no problem e Guida Cucina. «Insieme alla testata lanciamo infatti anche un’app di realtà aumentata dedicata alla testata, disponibile per iOS e Android, uno strumento che permetterà ai lettori di interagire nella nostra community tra di loro e di accedere ad altri contenuti come le video ricette». Per quanto riguarda l’evoluzione digitale di Giallo Zafferano, aggiunge Andrea Santagata, «negli ultimi mesi abbiamo iniziato a postare sui nostri social, a partire da Facebook, sempre più video dal taglio più breve rispetto al classico tutorial. Filmati di 30 secondi o 1 minuto pensati più in un’ottica di intrattenimento, capaci tra l’altro di ottenere anche milioni di visualizzazioni».

La campagna pubblicitaria è firmata da Hi!

«Per la prima volta un giornale di cucina nasce da un sito: Giallo Zafferano è il risultato di due mondi e di due esperienze che si incontrano e si contaminano. Nella nostra squadra, professionisti di lunga data lavorano accanto a esperti under 30, per condividere idee e competenze», aggiunge Laura Maragliano. Cinque i tratti distintivi di Giallo Zafferano: 100 ricette inedite ogni mese, ideate e testate dalla redazione; un innovativo formato quadrotto e una grafica che gioca con il colore bianco e tutti i piatti fotografati dall’alto; la creazione di una community che comprende i tre amati volti del sito di Giallo Zafferano (Manuel per la cucina veloce ed etnica; Giovanni per la cucina di tradizione; ed Aurora per la cucina vegetariana), i blogger e i giornalisti del magazine: la sfida culinaria che vedrà all’opera tre squadre in ogni numero; l’interazione con i lettori, che potranno votare sul sito o sull’app il piatto preferito della sfida del mese e partecipare al contest finale proponendo una ricetta che la redazione selezionerà per la pubblicazione sul numero successivo, in un continuo dialogo on e offline.

La campagna pubblicitaria di lancio è pianificata su testate cartacee, sul web e nella grande distribuzione organizzata, mentre il secondo numero, in uscita il 18 aprile, dovrebbe essere supportato anche da uno spot televisivo. Inoltre, Giallo Zafferano sarà protagonista di una serie di incontri nel corso della Design Week milanese, con showcooking e serate a tema che avranno luogo nella location di Casa Facile Design Lab in via Solferino 14, a Milano, dal 4 al 9 aprile dalle ore 19 alle ore 21.

Con il lancio del nuovo magazine Mondadori arricchisce così il suo sistema food, dove già oggi raggiunge, con 96 uscite l’anno, una quota di mercato diffusionale di oltre il 60% (su un totale di 870.000 copie) e una total audience complessiva di più di 9 milioni di contatti, di cui 7,4 milioni di utenti unici al mese e circa 2 milioni di lettori al mese (fonti: Audiweb view total digital audience dicembre 2016 + Audipress 2016/III). Le altre testate di Mondadori sono: Sale&Pepe, che quest’anno festeggia 30 anni, Cucina moderna, attuale leader di mercato con 249.000 copie (fonte Ads dicembre 2016), giunto al ventesimo anno di vita, Cucina no problem, lanciato 15 anni fa, Guida Cucina e i nuovi arrivati CookAround e Giallo Zafferano e la Scuola di Cucina di Sale&Pepe.

Allo studio il lancio del settimanale “Spy” e lo sviluppo del brand Studenti

Dopo le operazioni sul mercato portate a termine nel corso del 2016, ovvero le acquisizioni di RCS Libri e Banzai Media, e dopo aver rimesso a posto i conti, Mondadori annuncia, dunque, il primo lancio editoriale del 2017, al quale dovrebbero seguirne presto altri. Mandelli conferma infatti lo stato avanzato dei lavori del progetto “Spy”, un settimanale con cui il gruppo farebbe il suo ingresso nel segmento “people” con una nuova testata dal taglio più popolare rispetto a Chi. A lavorare al progetto editoriale di “Spy” è Alfonso Signorini, direttore proprio di Chi. La partenza della testata dovrebbe avvenire entro il semestre, nella tarda primavera, considerando che l’estate è il periodo più importante in termini di vendite per questi giornali.

Altri progetti riguardano la possibile evoluzione di brand digitali portati in dote da Banzai, a partire da Studenti.it, mentre continua il lavoro di rafforzamento delle sinergie, come avvenuto ad esempio con l’attribuzione delle audience di Mypersonaltrainer.it al network digitale di Donna Moderna.

Icon Design, 9 numeri nel 2017; in arrivo Virgin Style Rock

Mandelli segnala inoltre il buon andamento pubblicitario di Grazia nel settore della bellezza, «dove siamo leader di mercato. Le inserzioni sono state talmente tante che abbiamo dovuto realizzare, per la prima volta, un allegato al settimanale dedicato al beauty, in uscita la prossima settimana».

Intanto si avvicina la settimana milanese del design che, anche quest’anno, vedrà protagoniste le testate Mondadori del segmento, a partire da Interni. «In quest’area di business una delle novità più importanti è la continua evoluzione di Icon Design, il magazine nato all’interno dell’offerta editoriale di Icon che anche quest’anno incrementa il numero di uscite, passando da 6 a 9. La sua raccolta pubblicitaria, d’altronde, è in crescita del 36% nel primo quadrimestre», dice Mandelli.

Il sistema Icon si rafforzerà nel corso dell’anno con il lancio di un nuovo brand, anche in questo caso figlio delle sinergie tra le varie società delle società media che fanno capo a Fininvest. Usciranno infatti a giugno e a dicembre, allegati ad Icon, i primi due numeri di Virgin Style Rock, nuova testata dedicata alla moda delle rock star. Un progetto reso possibile dall’ingresso in Mediaset di Virgin Radio nell’ambito dell’operazione Finelco.

 

 

Engage nella tua e-mail. Gratis, ogni giorno

Engage La Prima
La nostra newsletter quotidiana, contenente le 10 notizie più impattanti della giornata, per rimanere sempre aggiornato sui trend del mercato.

Engage Mag
Il nostro magazine periodico, con focus e speciali di approfondimento, distribuito anche in forma cartacea ai principali eventi di settore.

Partner Messages
Messaggi periodici dai nostri partner. Se acconsenti alla ricezione di queste email, aiuterai Engage a mantenere i suoi canali fruibili gratuitamente, e, oltretutto, potresti trovare inviti e informazioni utili alla tua azienda.