Francesco Risari esce da Moto.it e guarda all’IOT

Dopo 20 anni dalla costituzione di CRM (editore di Automoto e Moto.it) Francesco Risari ha ceduto la sua partecipazione del 50% della società all’altro socio Ippolito Fassati

di Simone Freddi
16 febbraio 2017
Francesco_Risari_moto
Francesco Risari

Dopo 20 anni dalla costituzione di CRM (editore di Automoto e Moto.it) Francesco Risari ha ceduto la sua partecipazione del 50% della società all’altro socio Ippolito Fassati, che ora ne detiene il 100%.

Risari lascia quindi la sua attività da editore per dedicarsi a un nuovo progetto nell’area dell’Internet Of Things. «Vedo nell’evoluzione tecnologica e nel mondo dell’IOT una straordinaria opportunità per mettere a frutto le competenze acquisite in questi anni e per condurre nuove attività d’impresa», ci ha spiegato.

«Sono orgoglioso di aver fondato e condotto con profitto CRM e Moto.it per 20 anni. E’ arrivato il momento di lasciare il timone al mio socio Ippolito Fassati, che porterà avanti l’attività con competenza e passione».

Nato nel 1997, Moto.it si è progressivamente affermato tra i principali player dell’editoria dedicata alle due ruote crescendo quantitativamente e qualitativamente anche grazie a firme importanti come quella di Nico Cereghini. «Nonostante la pesante crisi che ha colpito il settore delle moto dal 2007 al 2014, il fatturato è cresciuto del 15% anno su anno senza mai registrare perdite», ha sottolineato Risari, che ha chiuso con un ringraziamento alla squadra «formata da professionisti motivati e competenti, che ha consentito di raggiungere una posizione di forte leadership».

Engage nella tua e-mail. Gratis, ogni giorno

Engage La Prima
La nostra newsletter quotidiana, contenente le 10 notizie più impattanti della giornata, per rimanere sempre aggiornato sui trend del mercato.

Engage Mag
Il nostro magazine periodico, con focus e speciali di approfondimento, distribuito anche in forma cartacea ai principali eventi di settore.

Partner Messages
Messaggi periodici dai nostri partner. Se acconsenti alla ricezione di queste email, aiuterai Engage a mantenere i suoi canali fruibili gratuitamente, e, oltretutto, potresti trovare inviti e informazioni utili alla tua azienda.