Discovery, la pubblicità digital cresce del 40%; in arrivo il nuovo sito Realtime.it

La concessionaria del broadcaster, guidata da Giuliano Cipriani, inizia a raccogliere i frutti degli investimenti messi in campo dal gruppo nell’ott con Dplay. La nuova property presto online

di Andrea Salvadori
07 settembre 2017
Discovery Giuliano Cipriani
Giuliano Cipriani

Ad oggi il suo peso sul fatturato pubblicitario del gruppo è ancora limitato, nell’ordine del 3-4%. Il suo tasso di crescita però è stato nei primi otto mesi dell’anno nell’ordine del 40%. Discovery Italia, il broadcaster cui fanno capo, tra gli altri, i canali televisivi Nove, Real Time, Dmax, Focus e Giallo, inizia a raccogliere i frutti degli investimenti messi in campo nel digitale e vede aumentare i ricavi da pubblicità digitale, anche grazie ad un aumento dei prezzi di listino.

Le audience dei programmi televisivi di Discovery su internet e smartphone stanno d’altronde ottenendo un forte incremento. Il servizio over the top gratuito Dplay, che raccoglie il meglio della produzione del gruppo, «può contare oggi su 2 milioni di utenti unici mensili, ai quali si aggiungono i 5 milioni di fan e follower sui social», spiega Alessandro Araimo, Executive Vice President General Manager di Discovery Italia, a Milano nel corso della presentazione dei nuovi palinsesti. «Quello che ci rende più orgogliosi però è la durata media di permanenza degli utenti sui contenuti video di Dplay, che va oltre i 20 minuti».

L’offerta digitale di Discovery, che conta anche su Eurosport Player, il servizio Ott in abbonamento e senza pubblicità, si rafforzerà nelle prossime settimane con il lancio di realtime.it, il nuovo sito a target femminile dove troveranno spazio anche le trasmissioni di Real Time e produzioni create ad hoc per il canale. Il piano di sviluppo sul digitale coinvolgerà, in un futuro non troppo lontano, anche altri brand televisivi del gruppo, con tempistiche comunque ancora tutte da definire.

La raccolta del gruppo ad oltre il +10% nei primi 8 mesi

Discovery Media, la concessionaria pubblicitaria interna alla società, chiude intanto i primi otto mesi dell’anno «con una raccolta in aumento di poco più il 10% sullo stesso periodo del 2016», spiega Giuliano Cipriani, direttore generale pubblicità di Discovery Adsales Team. Un risultato che la struttura conta di confermare a fine 2017, dopo aver chiuso lo scorso anno con un fatturato di oltre 240 milioni, in aumento di circa il 13% sul 2015.

Lo share medio giornaliero del network Discovery è in crescita ed è arrivato al 7,2%, con un incremento del 6% rispetto alla passata stagione e del +15% in prime time. Discover, comunica la società, si conferma il terzo editore televisivo nazionale, raggiungendo il 9,5% di share sul target commerciale 25-54 anni, in crescita dell’8% rispetto al 2016. Numeri trainati da tutto il portfolio, con performance particolarmente brillanti di Nove, +40% di share sul totale giorno e +84% in prime time, e Real Time, +5% di share sul totale giorno e del +10% in prime time.

Il canale più importante in termini di fatturato pubblicitario è proprio Real Time, davanti a Nove, il generalista lanciato lo scorso anno dopo l’acquisto della posizione prima occupata da DeejayTv. «Tutte le nostre emittenti chiudono gli otto mesi con il segno più. Freesbee e K2, di cui si occupa la concessionaria Prs, aumentano in oparticolare ricavi pubblicitari del 21%. Vanno molto bene le brand solutions, scelte nel primo semestre da 150 aziende: valgono oggi il 15% del fatturato pubblicitario e hanno visto crescere il proprio giro d’affari da gennaio a giugno del 34%.”.

Le novità dell’offerta televisiva

Per quanto riguarda l’offerta televisiva, il canale Nove conferma i volti noti della passata stagione, Da Roberto Saviano, che proporrà da ottobre le quattro puntate della serie factual Kings of Crime, a Maurizio Crozza (Fratelli di Crozza riparte il 22 settembre), da Antonino Cannavacciuolo a Benedetta Parodi, da Max Giusti a Fabio Volo. Mentre tra le novità si segnalano le interviste condotte da Peter Gomez, direttore de ilfattoquotidiano.it e gli eventi con Carlo Cracco e le coppie Morandi-Rovazzi e Siani-De Sica.

Nuovi volti e format originali sono attesi su Real Time, come Da qui a un anno – This Time Next Year, condotto da Serena Rossi, Junior Bake Off con Katia Follesa, Love Dilemma, il reality per teenager alle prese con i problemi di cuore, e Obesity Center Caserta, dedicato al fenomeno dell’obesità in Italia.

Intrattenimento ma anche tanto sport per Discovery, cui fa capo la piattaforma paneuropa Eurosport. La company ha acquisito, tra gli altri, i diritti per le Olimpiadi 2018 e per il campionato di serie A e l’Eurolega di basket. E non esclude ora di prendere parte all’asta dei diritti televisivi per la serie A di calcio per il periodo 2018-2021.

Scripps Networks, novità nel 2018

Per quanto riguarda infine l’acqusizione di Scripps Networks e dei sui canali, tra cui i due presenti in Italia Fine Living e Food Network (la cui raccolta è gestita rispettivamente da Prs e da Viacom), l’azienda attende «il closing dell’operazione, previsto nel primo quarter del 2018», ha detto Marinella Soldi, EVP President & Managing Director di Discovery Networks Southern Europe. «Solo allra saremo in grado di capire che cosa succederà anche nel nostro mercato. Quel che è certo che, grazie all’operazione, Discovery diventerà leader mondiale nel real life entertainment».

 

Engage nella tua e-mail. Gratis, ogni giorno

Engage La Prima
La nostra newsletter quotidiana, contenente le 10 notizie più impattanti della giornata, per rimanere sempre aggiornato sui trend del mercato.

Engage Mag
Il nostro magazine periodico, con focus e speciali di approfondimento, distribuito anche in forma cartacea ai principali eventi di settore.

Partner Messages
Messaggi periodici dai nostri partner. Se acconsenti alla ricezione di queste email, aiuterai Engage a mantenere i suoi canali fruibili gratuitamente, e, oltretutto, potresti trovare inviti e informazioni utili alla tua azienda.