Discovery Italia interessata a Ciaopeople? C’è già un accordo sui contenuti

Il broadcaster, determinato a crescere sul target dei giovani, avrebbe avviato una partnership sui contenuti con l’editore di Fanpage. Ma c’è anche un’ipotesi acquisizione

di Caterina Varpi
24 novembre 2016
fanpage-ciaopeople
Fanpage.it

Discovery Italia è interessata a Ciaopeople?

Secondo quanto riportato da Italia Oggi, il broadcaster guidato da Marinella Soldi sta lavorando a un accordo sui contenuti con l’editore di Fanpage (a quanto ci risulta l’accordo ci sarebbe già), ma secondo indiscrezioni Discovery Italia si potrebbe spingere anche oltre, fino a un’acquisizione che “potrebbe concretizzarsi nei primi mesi del prossimo anno”.

Con questa operazione Discovery punta a raggiungere il target di giovani che segue la testata, che su Facebook conta oltre sei milioni di fan e risulta essere, secondo la survey sull’audience dei contenuti editoriali fruiti all’interno dell’applicazione mobile di Facebook mediante browsing e/o Instant Articles realizzata da Audiweb, come il sito italiano più visto sulla app di Facebook con 6.978.489 utenti unici e 89.934.133 di pagine (leggi l’articolo dedicato). E’, inoltre, di ieri la notizia del nuovo traguardo su Facebook di Donna Fanpage.it che ha superato i due milioni di fan.

Il gruppo napoletano Ciaopeople ha chiuso il 2015 con un giro d’affari in crescita del 100% sul 2014 e punta ad ottenere un risultato analogo nel 2016 (leggi l’articolo dedicato alla nuova sede di Napoli). La realtà punta molto sulla realizzazione di video e branded content in grado di coinvolgere il pubblico e per questo ha attivato una unit dedicata, Ciaopeople Studios​, ​un team di creativi attivi nella produzione di Branded Video.​

Un’eventuale acquisizione o ingresso in Ciaopeople sarebbe in linea con la strategia globale di Discovery, che punta a crescere sul digital e sul mobile: un mese fa, ricorda Italia Oggi, Discovery Communications ha investito 100 milioni di euro per una quota di minoranza nell’americana Group Nine Media, la società nata dall’unione di quattro siti fra cui NowThis (news video), Thrillist (lifestyle), The Dodo (animali) e Seeker (della stessa Discovery), con la possibilità di crescere fino alla maggioranza nell’arco di due anni.

In quell’occasione, il ceo di Discovery Communications, David M. Zaslav, aveva dichiarato di voler creare “una delle aziende più grandi al mondo nei contenuti digital first, attirando quel pubblico di giovani che tanto fanno gola agli investitori pubblicitari”.

Engage nella tua e-mail. Gratis, ogni giorno

Engage La Prima
La nostra newsletter quotidiana, contenente le 10 notizie più impattanti della giornata, per rimanere sempre aggiornato sui trend del mercato.

Engage Mag
Il nostro magazine periodico, con focus e speciali di approfondimento, distribuito anche in forma cartacea ai principali eventi di settore.

Partner Messages
Messaggi periodici dai nostri partner. Se acconsenti alla ricezione di queste email, aiuterai Engage a mantenere i suoi canali fruibili gratuitamente, e, oltretutto, potresti trovare inviti e informazioni utili alla tua azienda.