Comcast offre oltre 25 miliardi di euro per acquisire la maggioranza di Sky

Il colosso della tv via cavo statunitense ha presentato un’offerta di 12,50 sterline per azione, superiore del 16% rispetto alla proposta di Fox per acquisire il 100% di Sky

di Teresa Nappi
27 febbraio 2018
comcast-logo

Comcast vuole mettere le mani su Sky e mette sul piatto 31 miliardi di dollari (pari a oltre 25 miliardi di euro) per acquisire oltre il 50% delle azioni della società.

Si sparigliano così le carte della partita Murdoch/Disney giunta alla svolta definitiva lo scorso dicembre, quando Disney ha offerto 52,4 miliardi di dollari per acquisire buona parte degli asset di 21st Century Fox, tra cui Sky (leggi qui l’articolo dedicato).

L’operazione, per quanto annunciata e data per ufficiale, è in attesa delle verifiche da parte dell’Antitrust. E in questo momento di limbo, Comcast ne approfitta per rilanciare.

La nuova offerta, infatti, ammonta a 12,50 sterline per azione, di circa il 16% superiore, quindi, rispetto alle 10,75 sterline per azione concordate da Fox.

Attraverso le note ufficiali pubblicate da Comcast, Brian L. Roberts, Chairman e Ceo di Comcast Corporation, ha reso chiari gli intenti di “Ci piacerebbe possedere la totalità di Sky e punteremo ad acquisire oltre il 50% delle sue azioni. Siamo sicuri che riceveremo tutte le approvazioni normative necessarie per l’operazione e, se avremo successo, l’acquisizione migliorerà il cash flow per azione di Comcast nel primo anno”.

E il manager ha detto ancora “Sky e Comcast sono perfette: siamo entrambi leader nella creazione e distribuzione di contenuti”, ha aggiunto Roberts. “Pensiamo che Sky sia una realtà eccezionale. Ha 23 milioni di clienti e vanta posizioni di primo piano nel Regno Unito, in Italia e in Germania”.  A fronte di questo, Comcast intende utilizzare Sky come piattaforma per la crescita in Europa.

La company presidia già la “piazza londinese” con NBC Universal (di cui il colosso della tv via cavo statunitense è proprietaria insieme agli studios cinematografici Universal), ma a questa vorrebbe aggiungere Sky, “per la quale intendiamo mantenere la sede centrale in UK”.

La previsione dichiarata da Roberts è poi netta. “L’aggiunta di Sky alla famiglia di aziende di Comcast aumenterà i nostri ricavi internazionali dal 9% al 25%”.

L’affaire Sky dal punto di vista di Fox

Va specificato che al centro di questa operazione c’è quel 61% di azioni di Sky per le quali 21st Century Fox, di cui è a.d. il figlio di Rupert Murdoch, James, aveva presentato un’offerta alla fine del 2016 di 11,7 miliardi di sterline (9,5 miliardi di euro), bloccata dall’Antitrust britannica perché non era stata giudicata una manovra di interesse pubblico (leggi qui la notizia riportata da The Guardian). 21st Century Fox controlla infatti il 39% di Sky, mentre il restante 61% è attualmente in Borsa e in mano a investitori.

Un aspetto quest’ultimo da non sottovalutare visto che Murdoch esercita già un peso importante sul mercato dei media britannici e potrebbe rischiare l’”accusa” di abuso di posizione dominante. Ma il tema sul tavolo sarebbe anche il prezzo fissato del magnate australiano per la scalata, giudicato troppo basso da alcuni azionisti indipendenti di Sky.

La scorsa settimana Fox ha fatto ulteriori concessioni all’Antitrust, con la promessa di mantenere e finanziare un servizio giornalistico Sky completamente indipendente per dieci anni.

Comcast, da canto suo, ha una presenza minima nel mercato britannico dei media e non dovrebbe quindi sollevare eccessive preoccupazioni da parte dell’authority della concorrenza.

Non ci sono ancora stati commenti da parte di Disney sull’affaire Comcast, “ma intanto a Londra il titolo di Sky si è reso protagonista di un balzo del 18,87%, a quota 1.313,5 pence”, sottolinea il Sole 24 Ore.

Engage nella tua e-mail. Gratis, ogni giorno

Engage La Prima
La nostra newsletter quotidiana, contenente le 10 notizie più impattanti della giornata, per rimanere sempre aggiornato sui trend del mercato.

Engage Mag
Il nostro magazine periodico, con focus e speciali di approfondimento, distribuito anche in forma cartacea ai principali eventi di settore.

Partner Messages
Messaggi periodici dai nostri partner. Se acconsenti alla ricezione di queste email, aiuterai Engage a mantenere i suoi canali fruibili gratuitamente, e, oltretutto, potresti trovare inviti e informazioni utili alla tua azienda.