Brand safety, YouTube punta su machine learning e più revisori

Susan Wojcicki annuncia l’introduzione di nuovi revisori e l’utilizzo dell’apprendimento automatico per tutelare i più giovani e gli inserzionisti

di Caterina Varpi
06 dicembre 2017
Susan Wojcicki
Susan Wojcicki

Dopo le polemiche delle scorse settimane dovute alla pubblicazione sulla piattaforma di contenuti inappropriati sui minori e la conseguente sospensione delle campagne di alcuni grandi investitori pubblicitari come Mondelez, Lidl e Mars (leggi l’articolo), YouTube intensifica gli sforzi contro l’hate speech e i contenuti estremisti a tutela dei più giovani e dell’immagine dei propri inserzionisti.

In un blog post ufficiale Susan Wojcicki, Ceo della società, spiega come nel 2018 i revisori raggiungeranno il numero di 10 mila in modo da individuare e rimuovere contenuti che potrebbero violare le norme della piattaforma: “I revisori umani rimangono essenziali sia per rimuovere i contenuti sia per addestrare i sistemi di machine learning, perché il giudizio umano è fondamentale per prendere decisioni che tengano conto del contesto di ciascun contenuto”, riporta la nota. “Il nostro obiettivo è quello di rimanere un passo avanti rispetto ai malintenzionati, facendo in modo che sia più difficile che contenuti che violano la norme vengano mostrati o permangano su YouTube”.

Criteri più stringenti e maggiori controlli umani verranno effettuati anche per la pubblicità, in modo che gli investitori siano sicuri che i loro annunci appaiano vicino a contenuti che riflettono i valori del loro brand.

YouTube sta già sfruttando l’apprendimento automatico per individuare più rapidamente i contenuti inappropriati: dal mese di giugno dichiara di aver rimosso oltre 150 mila video per estremismo violento, il 98% dei quali riconosciuti come tali dal machine learnig. Inoltre, la società comunica di essere in grado di eliminare circa il 70% dei video di estremismo violento entro 8 ore da quando vengono caricati e il 50% in 2 ore. La stessa tecnologia verrà utilizzata anche per proteggere i contenuti per bambini e contrastare l’hate speech.

Engage nella tua e-mail. Gratis, ogni giorno

Engage La Prima
La nostra newsletter quotidiana, contenente le 10 notizie più impattanti della giornata, per rimanere sempre aggiornato sui trend del mercato.

Engage Mag
Il nostro magazine periodico, con focus e speciali di approfondimento, distribuito anche in forma cartacea ai principali eventi di settore.

Partner Messages
Messaggi periodici dai nostri partner. Se acconsenti alla ricezione di queste email, aiuterai Engage a mantenere i suoi canali fruibili gratuitamente, e, oltretutto, potresti trovare inviti e informazioni utili alla tua azienda.