Apple compra Shazam: acquisizione da 400 milioni di $

La società di Cupertino ha concluso l’acquisto dell’applicazione di riconoscimento musicale dopo cinque mesi di trattative. Possibili sinergie nella realtà aumentata

di Cosimo Vestito
11 dicembre 2017
shazam-apple

Apple ha annunciato che acquisirà Shazam, la gettonata applicazione mobile per il riconoscimento musicale. L’accordo è stato siglato la scorsa settimana ed è stato ufficializzato oggi.

Il valore dell’operazione, hanno rivelato le fonti vicine alla testata TechCrunch, che per prima ha riportato la notizia, corrisponderebbe a 400 milioni di dollari, somma ben inferiore rispetto alla valutazione di 1,2 miliardi che Shazam aveva ottenuto nel 2015, anno in cui si è svolto il suo ultimo giro di finanziamenti. Ulteriori indiscrezioni hanno suggerito che l’operazione si sarebbe conclusa dopo cinque mesi di trattative, in seguito a contatti intrattenuti anche con altre strutture, in particolare Snapchat e Spotify.

“Siamo entusiasti del fatto che Shazam e il suo talentuoso team si uniranno a Apple”, si legge in una nota diffusa dall’azienda di Tim Cook, “Dal lancio dell’App Store, Shazam si è costantemente classificata come una delle app più popolari per iOS. Oggi è utilizzata da centinaia di milioni di persone in tutto il mondo, su più piattaforme. Apple Music e Shazam sono una combinazione perfetta, condividono la passione per la musica e offrono esperienze musicali eccezionali ai nostri utenti. Abbiamo in serbo progetti entusiasmanti e non vediamo l’ora di unirci a Shazam non appena l’accordo di oggi verrà approvato”.

La compagnia, che dalla sua fondazione nel 1999 ha raccolto fondi per 143,5 milioni di dollari, ha superato il miliardo di download a settembre 2016, registrando ricavi pari a 54 milioni e una perdita di 5,3 milioni lo scorso anno, in netta diminuzione rispetto ai precedenti esercizi.

All’inizio di quest’anno, il Ceo Rich Riley aveva dichiarato che poiché la struttura si avvicinava alla piena redditività sarebbe potuta diventare di interesse per un’eventuale acquisizione.

Lanciata nel 1999 come servizio accessibile tramite un codice sms, l’applicazione è cresciuta esponenzialmente rilasciando nel tempo una vasta gamma di servizi aggiuntivi non solo squisitamente musicali, come quello di realtà aumentata dedicato al marketing aziendale.

Shazam è attualmente integrata con altre app come Snapchat e Siri, l’assistente virtuale di Apple; inoltre, tramite il suo servizio essa reindirizza traffico ad altre applicazioni musicali come Spotify e Apple Music. Non è ancora chiaro come Cupertino integrerà Shazam ma, ha osservato TechCrunch, sussistono già alcune sinergie tra le due strutture, come ad esempio la realtà aumentata.

Una delle operazioni più importanti in assoluto messe a segno da Apple è avvenuta proprio in ambito musicale con l’acquisizione di Beats, produttrice di accessori audio e proprietaria di un servizio di streaming, per 3 miliardi di dollari nel 2014. La società fondata dal rapper Dr. Dre ha steso le basi per il successivo sviluppo di Apple Music.

Engage nella tua e-mail. Gratis, ogni giorno

Engage La Prima
La nostra newsletter quotidiana, contenente le 10 notizie più impattanti della giornata, per rimanere sempre aggiornato sui trend del mercato.

Engage Mag
Il nostro magazine periodico, con focus e speciali di approfondimento, distribuito anche in forma cartacea ai principali eventi di settore.

Partner Messages
Messaggi periodici dai nostri partner. Se acconsenti alla ricezione di queste email, aiuterai Engage a mantenere i suoi canali fruibili gratuitamente, e, oltretutto, potresti trovare inviti e informazioni utili alla tua azienda.