Dalle “chatApps” alla nuova frontiera dell’RCS: il futuro del mobile messaging

Quali scenari per la nuova era del marketing via mobile? Ne ha parlato la società specializzata rdcom.it nel corso di un workshop organizzato a Milano. Giovedì si replica a Roma

di Simone Freddi
19 giugno 2017
rdcom-mobile-workshop
Un momento del workshop. Sul palco, Daniele Poerio

Dagli sms come unico canale disponibile, il mobile messaging è già passato in una nuova era in cui le tante “chatApps” condividono con i tradizionali messaggini il ruolo di strumenti di comunicazione tra aziende e utenti. E dietro l’angolo c’è il “terzo incomodo” RCS, (acronimo di Rich Communication Service) il nuovo protocollo messo a punto dai grandi operatori globali della telefonia che presto metterà a disposizione degli utenti smartphone tutti i servizi di messaggistica evoluta direttamente sui loro telefonini.

E’ un momento di grandi cambiamenti per la comunicazione mobile: se ne è parlato lunedì a Milano nel corso del workshop “il futuro del mobile messaging” organizzato da rdcom.it, realtà veronese specializzata in mobile messaging capace di triplicare il proprio fatturato da 3 a 9,4 milioni di euro negli ultimi 4 anni, per condividere una visione a breve-medio termine sullo scenario e i trend del settore.

Nonostante le sfide e le complessità, la buona notizia è che il mercato del mobile messaging è in salute: «Grazie anche alla spinta delle nuove tecnologie, si prevede che il settore crescerà del 350% da qui al 2020, fino a un valore globale di 59 miliardi di dollari», ha detto Daniele Poerio, Fondatore e Ceo di rdcom.it.

A cambiare però sono innanzitutto le abitudini degli utenti: «oggi – ci ha spiegato Poerio – non ci scambiamo più sms, ma usiamo soprattutto le app di messaggistica. Anche la comunicazione sta cercando di intercettare questo trend, ma ci sono diverse barriere e complicazioni: innanzitutto, la diffusione: è vero che Whatsapp ha 1,2 miliardi di utenti nel mondo, ma sono solo un quinto delle utenze mobile, che sono 7,5 miliardi. Inoltre, passare da un protocollo pubblico a una serie di sistemi privati aggiunge frammentazione. Per questo per noi operatori è importante investire in tecnologia per avere piattaforme in grado di gestire questa crescente complessità. Infine, entro 12-18 mesi potremmo vedere i primi effetti tangibili dell’arrivo del protocollo RCS, elaborato da GSMA con le maggiori telco, i grandi produttori di telefoni e Google, che offrirà agli utenti un servizio “universale” di messaggistica avanzata, basato su protocollo GSM».

Anche se ci vorrà ancora un po’ di tempo perché venga adottato in massa, il protocollo è già attivo e in fase di test da parte di alcune telco, come l’americana Spring, oltre che da un nucleo di operatori in tutto il mondo, tra cui la stessa rdcom.it. «RCS – ha aggiunto Poerio – consentirà di gestire immagini, video, informazioni geografiche, chat di gruppo. Insomma, tutte le funzionalità tipiche delle app di messaggistica, direttamente sui telefonini. E’ una grande scommessa su cui puntare per il futuro».

Nel corso del workshop, andato in scena negli spazi del coworking Copernico, si sono toccati diversi punti dello scenario mobile: dai dati di mercato presentati da Marta Valsecchi, direttrice dell’Osservatorio Mobile B2c Strategy del Politecnico di Milano; alla privacy con Giovanni Maria Riccio, partner di e-lex; alla creatività con Mauro Spennato, direttore di Ehi!; a una case aziendale con Alessandra Provasi, marketing manager di Domino’s Pizza; infine, Serena Lotto, product manager di mobSPOT, ha anticipato le linee di sviluppo della nuova piattaforma di mobile advertising di rdcom.it: tra le novità, l’integrazione delle attività di couponing e social media adv, in un piano di sviluppo orientato a offrire una piattaforma di “messaging as a platform“, sempre più personalizzata e scalabile.

Dopo la tappa milanese, il workshop “il futuro del mobile messaging” farà tappa a Roma, giovedì 22 giugno.

Engage nella tua e-mail. Gratis, ogni giorno

Engage La Prima
La nostra newsletter quotidiana, contenente le 10 notizie più impattanti della giornata, per rimanere sempre aggiornato sui trend del mercato.

Engage Mag
Il nostro magazine periodico, con focus e speciali di approfondimento, distribuito anche in forma cartacea ai principali eventi di settore.

Partner Messages
Messaggi periodici dai nostri partner. Se acconsenti alla ricezione di queste email, aiuterai Engage a mantenere i suoi canali fruibili gratuitamente, e, oltretutto, potresti trovare inviti e informazioni utili alla tua azienda.