IAB Forum 2016, oltre 15 mila partecipanti per l’edizione “limitless”

Protagonisti del mercoledì di lavori, una serie ospiti “visionari” in grado di ispirare il mondo del digitale. Noseda: «Questa è una industry con potenzialità enormi e nuovi territori da conquistare»

di Lorenzo Mosciatti
30 novembre 2016
iab-forum-2016-mercoledi
Un momento della seconda giornata di IAB Forum

Si è chiusa con la partecipazione-record di oltre 15 mila presenze (questo il dato fornito dagli organizzatori) l’edizione 2016 di IAB Forum, l’evento italiano di riferimento per il mondo della comunicazione digitale conclusasi oggi presso il MiCo – Milano Congressi.

Dopo una prima giornata che ha analizzato il mercato dell’adv, i trend del futuro e tracciato il perimetro del settore digitale, la seconda giornata è stata dedicata alle nuove opportunità offerte da internet alla industry, con temi che hanno “allargato” il perimetro delle attività tradizionalmente associate a IAB Forum in linea con il tema “Limitless Possibilities” scelto per la questa 14esima edizione dell’evento.

«Oggi affrontiamo temi diversi per far capire le opportunità di sviluppo che ci sono nel digitale» – ha detto in apertura il direttore generale di IAB Italia Daniele Sesini, che ha ricordato i traguardi raggiunti nel 2016 dall’associazione su vari fronti: eventi, ricerche di mercato, formazione e definizione degli standard nazionali e internazionali del digital adv.

Tanti e vari, dunque, gli interventi in plenaria. I lavori sono partiti dal tema della mobilità, con Salvatore Nicola Nanni, Direttore Marketing BMW, che ha presentato l’auto del futuro. Sebastien Gendron, Founder & CEO di TransPod Inc. ha introdotto il concetto di Hyperloop e dei trasporti superveloci che permetteranno spostamenti senza limiti nel prossimo futuro.

A salire sul palco è stato quindi Mikael Yang, Founder di ManyChat, soffermandosi sull’importanza dei Bot nel mondo del marketing e della comunicazione (qui l’intervento); Barbara Poggiali, Head of Strategic Marketing di PosteItaliane, ha spiegato il ruolo delle nuove tecnologie applicate ai servizi per il cittadino. L’interfaccia uomo-macchina è l’affascinante mondo in cui John Underkoffler ha accompagnato il pubblico di IAB Forum. Founder & CEO di Oblong Industries, Underkoffler è anche consulente in molte sceneggiature hollywoodiane come “Minority Report”.

Federico Ciccone, Chief Marketing & Customer Experience Officer di Fastweb, ha raccontato come le reti siano al servizio delle nuove esperienze digitali. Quindi il Ceo & Founder dell’agenzia digitale Akqa, Ajaz Ahmed, ha espresso il significato di creatività senza limiti.

La ex pubblicitaria britannica Cindy Gallop, famosa per aver lanciato il sito “makelovenotporn”, che vuole essere un’alternativa educational al dilagare dell’industria pornografica, ha portato la sua esperienza e quella della piattaforma “IfWeRunTheWorld”, dedicata alle iniziative sociali.

Lucrezia Bisignani, Founder & Ceo di Kukua, ha invece avuto il compito di affrontare le tematiche start-up, non profit e digitale solidale: con un progetto di mobile gaming destinato a insegnare a 250 milioni di bambini analfabeti dei Paesi del Sud Sahara a leggere, scrivere e le basi dell’aritmetica semplicemente giocando.

In chiusura di mattinata, l’intervento fose più atteso: quello di Stephen Attenborough, Commercial Director di Virgin Galactic, che ha catalizzato l’attenzione della platea con i viaggi spaziali e i nuovi confini del concetto di “vacanza” ridefiniti dalla prima compagnia privata al mondo di voli turistici nello Spazio.

Una chiusura più che mai “pirotecnica”, quindi, per un’edizione di IAB Forum che secondo il presidente di IAB Italia, Carlo Noseda, sarà da ricordare per tre motivi: «Innanzitutto, perché è la prima organizzata interamente dallo staff di IAB Italia; poi per i temi affrontati, mai così ampi come perimetro. E soprattutto per aver ridefinito, anche grazie alla nuova ricerca condotta con EY (qui l’articolo dedicato), l’attenzione del mercato dagli investimenti pubblicitari all’indotto, confermando che questa è una industry con potenzialità enormi e nuovi territori da conquistare».

La conferenza plenaria ha quindi lasciato spazio al consueto programma di workshop. Venti quelli del mercoledì, che hanno portato a oltre 50 il totale di quelli organizzati nei due giorni.

Engage nella tua e-mail. Gratis, ogni giorno

Engage La Prima
La nostra newsletter quotidiana, contenente le 10 notizie più impattanti della giornata, per rimanere sempre aggiornato sui trend del mercato.

Engage Mag
Il nostro magazine periodico, con focus e speciali di approfondimento, distribuito anche in forma cartacea ai principali eventi di settore.

Partner Messages
Messaggi periodici dai nostri partner. Se acconsenti alla ricezione di queste email, aiuterai Engage a mantenere i suoi canali fruibili gratuitamente, e, oltretutto, potresti trovare inviti e informazioni utili alla tua azienda.