La digital adv cresce del 10% e tocca i 2,15 miliardi di euro: i numeri presentati a IAB Forum

Social e video i principali driver di crescita, mentre l’aumento delle audience su mobile non corrisponde ancora a uno shift di investimenti sui nuovi media. Boom del Programmatic: +113%

di Alessandra La Rosa
01 dicembre 2015
Michele-Marzan-IAB-Forum-2015

Una crescita del 10% sul 2014, pari a 200 milioni di euro, e il raggiungimento della quota del 30% sul totale mezzi e di un valore complessivo di 2,15 miliardi di euro.

Questo il quadro del mercato digitale, così com’è stato delineato in occasione di IAB Forum 2015, il più importante appuntamento annuale dedicato alla digital industry e organizzato da IAB Italia.

Un aumento a due cifre per il mercato, dunque, registrato per il secondo anno consecutivo. Ma non è tutto rose e fiori: «Naturalmente, non tutti i mezzi crescono alla stessa velocità – ha spiegato Michele Marzan, vicepresidente di IAB Italia -. Inoltre, c’è un enorme divario tra i grandi player internazionali e gli operatori locali: solo il 30% circa del mercato è nelle mani di questi ultimi, mentre i primi sono quelli che negli ultimi anni hanno registrato le crescite più cospicue».

Un suggerimento per i player del settore? «Continuare a lavorare sui tre hot topic del momento: la viewability, l’ad-blocking e il programmatic – ha proseguito Marzan -. Senza dimenticare altri tre elementi importanti: i dati, il mobile per cui si deve tendere a a una corrispondenza tra tempo speso e investimenti, e le sinergie a livello locale per fare sistema».

Nello specifico, i principali driver di crescita sono i Social e il Video, come ha sottolineato Marta Valsecchi, direttore dell’Osservatorio Internet Media della School of Management del Politecnico di Milano: «La Pubblicità sui Social oggi pesa il 13% del totale digital ed è il settore che registra le crescite maggiori, +63%. Stiamo parlando di un comparto che in due anni ha raddoppiato la propria quota e dietro il quale ci sono importanti elementi vincenti come i numeri di utenza, ma anche la possibilità di targeting. Il tutto senza dimenticare che quasi il 70% di questi investimenti social avviene su mobile, un mezzo la cui penetrazione è sicuramente stato un elemento vincente anche per questo tipo di adv digitale. Altro comparto in netta crescita è il video, che arriva al 16% della quota di mercato e i cui investimenti aumentano del 19%: anche qui ci sono degli elementi vincenti, come la possibilità di abbinare obiettivi di branding e obiettivi di performance, ed è importante continuare a lavorare molto sulla creazione di contenuti di qualità».

Crescite meno cospicue per la Search (+5% e il 33% di quote di mercato), i Banner (+2%, 29% di quote), mentre è stabile l’Email Marketing (l’1% del mercato) e cala lievemente il Classified (-1% e l’8% di quote).

Quanto ai device, poi, quasi il 75% degli investimenti è su pc (+1%), cosa che non rispecchia quello spostamento delle audience sul mobile che Marco Girelli, Consigliere di Amministrazione di Audiweb e vicepresidente AssoCom, ha ribadito nel suo intervento dedicato a presentare i dati della Total Digital Audience. Un pubblico che, nel giorno medio, raggiunge una reach di 21.6 milioni di italiani e il dato da mobile tocca 17.5 milioni di utenti, con un incremento pari al 6.5% in un anno e il 71.5% del tempo totale trascorso online in mobilità.

Attualmente gli smartphone pesano solo il 21% sul totale investimenti digital, ma registrano un aumento del 54%, così come i tablet, al 4% ma con un incremento del 35%.

Si conferma infine il boom del Programmatic: +113%, a quota 234 milioni di euro quest’anno. Trainanti per il settore la crescita del video e dei private marketplace, così come una maggiore valorizzazione delle inventory da parte degli editori.

Dopo una prima parte dedicata delineare in cifre l’attuale scenario del mercato, la prima giornata di IAB Forum è proseguita con una serie di interventi tra cui quelli di Aldo Agostinelli, Digital Marketing & Sales Director SKY Italia e Gabriele Mirra, Chief Operating Officer Italiaonline, e degli Youtuber Creator Federico Clapis, Favij e Leonardo Decarli, hanno discusso insieme a Luca Casadei, Founder & CEO Webstars Channel, di Game Terapy, un vero e proprio progetto multimediale di comunicazione in grado di mostrare la forza della rete.

A breve il report completo sulla manifestazione

Engage nella tua e-mail. Gratis, ogni giorno