Dmexco 2017: ecco di cosa si è parlato tra protagonisti, numeri e trend

Dall’intervento di Marc Pritchard a quello di Sheryl Sandberg, l’evento di Colonia si conferma la cartina di tornasole delle nuove tendenze della pubblicità digitale

di Alessandra La Rosa
13 settembre 2017
dmexco-2017

Ad ogni anno che passa, il Dmexco di Colonia diventa sempre più l’appuntamento di riferimento in Europa per la pubblicità digitale e tecnologica.

Non avrà forse l’atmosfera glamour di Cannes (e i suoi prezzi), e al posto dei calici di pregiato vino della kermesse francese si berranno calici di birra (del resto, si svolge in Germania), ma il parterre di ospiti e speaker è di altissimo livello. Dal Chief Brand Officer di P&G Marc Pritchard al COO di Facebook Sheryl Sandberg, dai top manager di Unilever, Samsung e Ikea, al chief executive di Twitter Jack Dorsey intervistato nientemeno che da Sir Martin Sorrell: sono tanti i grandi nomi dell’edizione 2017 dell’evento.

Non stupisce dunque che Dmexco sia diventata un’importante cartina di tornasole delle nuove tendenze della pubblicità digitale. Ed è interessante notare come quest’anno a Colonia alcuni temi, protagonisti dell’edizione precedente, hanno lasciato il passo a nuovi argomenti di conversazione e discussione. In primis il GDPR, il nuovo regolamento europeo sulla privacy a cui tutte le aziende dovranno conformarsi entro maggio 2018, che sembra aver preso il posto dell’ad-blocking come principale timore del mercato pubblicitario, con le difficoltà che pone nella raccolta e nell’utilizzo dei dati degli utenti. Ma anche la blockchain, una delle nuove parole chiave della industry; il nuovo ruolo attivo di aziende ed editori nella filiera, con le loro richieste di trasparenza e controllo; e l’avanzata di nuovi big, come Amazon.

Non solo tematiche, ma anche numeri: IAB Europe ha presentato i risultati della ricerca “The European Programmatic Market Sizing“, realizzata in collaborazione con IHS Markit, rivelando un mercato complessivo della pubblicità display in programmatic in ottima salute in Europa, in crescita del 42,7%, da 5,7 miliardi di euro nel 2015 a 8,1 miliardi nel 2016 (ne parliamo in questo articolo).

Marc Pritchard e Sheryl Sandberg al Dmexco 2017

Grandi speaker, si diceva. E tra tutti forse uno degli interventi più attesi è stato quello di Marc Pritchard, Chief Brand Officer di P&G, che dal palco di Colonia ha sottolineato che, se da un lato molto si sta facendo su trasparenza e brand-safety, oggi il mercato sta vivendo un altro problema: il fatto che le persone non vogliono guardare la pubblicità online, testimoniato dal fatto che solo il 20% delle campagne è visualizzato per più di 2 secondi. Ed ha sottolineato quindi l’esigenza di una «nuova generazione di annunci digitali», che ruoti attorno all’utilità delle campagne ed al concetto di «marketing one-to-one di massa».

Un altro speech atteso è stato quello di Sheryl Sandberg, COO di Facebook. La manager ha dichiarato che Facebook, che oggi ha raggiunto una base utenti di due miliardi di persone, sente addosso tutta la responsabilità di essere la più grande social media company nel mondo, ed ha aggiunto che l’azienda sta investendo risorse e tempo nello sviluppo di nuovi strumenti per gli inserzionisti, volti a rispondere alle loro «preoccupazioni sulla brand safety e le misurazioni». In particolare, Facebook punta a dare alle aziende «più controllo su dove vengono erogati i loro annunci pubblicitari», sia prima, che durante, che dopo le campagne stesse (leggi l’articolo dedicato).

Dmexco 2017: la parola agli operatori

Ma Dmexco non è solo speech. Buona parte dell’evento è infatti rappresentata dalla sua parte espositiva, dove diversi operatori del mercato hanno presentato le loro novità e incontrato clienti e partner. Tra questi anche diversi player italiani, di cui abbiamo raccolto un po’ di opinioni. Eccole di seguito.

Rubicon Project al Dmexco 2017. Sara Buluggiu: «Un appuntamento decisamente di valore»

Teads al Dmexco 2017. Antonella La Carpia: «Qui per parlare di “Clean Advertising”»

Smart AdServer al Dmexco 2017. Andrea Ceccoli: «Un evento di riferimento per il nostro mercato»

Oath al Dmexco 2017. Christina Lundari: «Quest’anno l’evento per noi è ancora più importante»

Konrad Feldman, Quantcast: «Prepariamoci al meglio alla GDPR»

Awin al Dmexco 2017. Sheyla Biasini: «Anche quest’anno una fonte di ispirazione»

Engage nella tua e-mail. Gratis, ogni giorno

Engage La Prima
La nostra newsletter quotidiana, contenente le 10 notizie più impattanti della giornata, per rimanere sempre aggiornato sui trend del mercato.

Engage Mag
Il nostro magazine periodico, con focus e speciali di approfondimento, distribuito anche in forma cartacea ai principali eventi di settore.

Partner Messages
Messaggi periodici dai nostri partner. Se acconsenti alla ricezione di queste email, aiuterai Engage a mantenere i suoi canali fruibili gratuitamente, e, oltretutto, potresti trovare inviti e informazioni utili alla tua azienda.