Go Tv, pubblicità ad oltre 18 milioni di euro nel 2018

Lo comunica l’Osservatorio FCP-Assogotv, l’organismo fondato in seno a FCP di cui fanno parte Class Pubblicità, Grandi Stazioni Retail e Vidion

di Lorenzo Mosciatti
31 gennaio 2018
GoTv

La Go Tv, ovvero i circuiti televisivi situati negli ambienti del trasporto pubblico, chiude il 2017 con un fatturato pubblicitario di oltre 18 milioni di euro, in crescita del 12,3% rispetto al 2016. A renderlo noto è l’Osservatorio FCP-Assogotv, l’organismo fondato in seno a Fcp  di cui fanno parte Class Pubblicità, Grandi Stazioni Retail e Vidion, le tre concessionarie presenti nel comparto.

Il trend è migliorato rispetto al consuntivo dei primi 11 mesi grazie all’andamento registrato dal mezzo a dicembre: la Go Tv ha fatturato infatti 2,263 milioni di euro, in aumento del 15,6% rispetto al mesi di dicembre 2016.

“La Go Tv è l’unico media Italiano che cresce a doppia cifra nel 2017: mese dopo mese ha confermato la sua straordinaria accelerazione con una performance negli ultimi sei mesi del 17% a fronte del +7% del progressivo a giugno. In un mercato sostanzialmente stabile è un risultato che va sottolineato con forza», commenta Angelo Sajeva, presidente FCP-Assogotv. “È la conferma di un media complementare nella videostrategy delle aziende, che vogliono coprire un target altamente potenziale con audiences frammentate tra tv, online e social”.

Superano quota 500 i clienti del 2017 e sono oltre 100 i brand in più rispetto al 2016 che hanno scelto un canale Go Tv, segno del crescente interesse verso un media che parla ogni giorno ad un pubblico attivo, numeroso e in mobilità. Sono dieci milioni gli italiani che vivono fuori casa più di nove ore ogni giorno, che si spostano con grande frequenza per motivi di lavoro o studio e che la Go Tv raggiunge in larga parte attraverso gli oltre 1.300 touchpoint in tutta Italia: nelle stazioni, aeroporti, metropolitane, autobus e autostrade con un particolare presidio nei centri urbani e metropolitani, a partire da Milano e Roma”, prosegue Sapeva.

Turismo e viaggi, alimentari e media-editoria si confermano i settori che più credono nel mezzo con investimenti incrementali e crescite che negli ultimi due anni superano il 40%. La distribuzione (alimentare e non), la gestione casa (compreso il pet food) e la cura persona sono i settori top performer del 2017 e complessivamente superano i due milioni e mezzo di investimento complessivo, pari ad una quota del 15%.

“Anche il gennaio 2018 è partito bene”, conclude Sapeva, “grazie anche ad un programma di iniziative congiunte a sostegno del posizionamento, della conoscenza e della misurabilità di un mezzo che vuole superare nel 2018 la soglia dei 20 milioni di euro ed essere ancora più protagonista del panorama media italiano”.

Engage nella tua e-mail. Gratis, ogni giorno

Engage La Prima
La nostra newsletter quotidiana, contenente le 10 notizie più impattanti della giornata, per rimanere sempre aggiornato sui trend del mercato.

Engage Mag
Il nostro magazine periodico, con focus e speciali di approfondimento, distribuito anche in forma cartacea ai principali eventi di settore.

Partner Messages
Messaggi periodici dai nostri partner. Se acconsenti alla ricezione di queste email, aiuterai Engage a mantenere i suoi canali fruibili gratuitamente, e, oltretutto, potresti trovare inviti e informazioni utili alla tua azienda.