Unipol lancia Changes Magazine. Allo studio la strategia di comunicazione 2018

A un anno dal lancio del blog omonimo, il Gruppo assicurativo lancia il magazine semestrale. Ancora in via di definizione eventuali iniziative pubblicitarie, che potrebbero portare a una revisione dei partner

di Teresa Nappi
27 febbraio 2018
Changes-dettaglio-cover

Punta sulla disintermediazione della comunicazione Unipol. A dichiararlo a Engage è il Direttore Corporate Communication e Media Relations del Gruppo, Alberto Federici, a margine dell’evento di lancio di Changes Magazine, progetto nato sulla scorta dell’omonimo blog lanciato un anno fa.

Alberto-Federici-changes-Unipol
Alberto Federici

«Changes in tutte le sue declinazioni, esprime pienamente la scelta strategica del Gruppo di parlare direttamente ai propri stakeholder e inoltre permette al Gruppo di fare un passo in avanti verso l’obiettivo di posizionare come interlocutore innovativo sui temi di sviluppo del nostro Paese. Questo perché in tema di tecnologia, demotica, cambiamenti climatici e innovazione un gruppo assicurativo come il nostro a tanto da dire».

Changes magazine è sostanzialmente un pubblicazione semestrale promossa direttamente dal Gruppo Unipol e prodotto in collaborazione con Lobe e iCorporate, che «non ha finalità commerciali, ma più di ampio respiro», precisa ancora il manager.

Il primo numero, svelato nella mattinata del 27 febbraio a Milano, è dedicato al cambiamento climatico e ai suoi effetti che stanno modificando il mondo in cui viviamo.

Accanto al contributo efficace degli esperti del Gruppo Unipol, il magazine ha dato spazio a testimonianze autorevoli che contribuiscono ad alimentare il dibattito per trovare le soluzioni.

Monsignor Rino Fisichella, presidente del Pontificio consiglio per la Promozione della Nuova Evangelizzazione, si sofferma sull’enciclica di Papa Francesco “Laudato si’”, che segna l’inizio dell’ecologia etica; Federico Testa, presidente Enea, racconta come l’Italia sia in prima fila nel fornire risposte tecnologiche al cambiamento climatico; Grammenos Mastrojeni, diplomatico e coordinatore per l’eco-sostenibilità della Cooperazione allo Sviluppo, ci fa riflettere su come il clima influisca su migrazioni e conflitti; Jonathan Harris e Serge Latouche spiegano come le teorie economiche siano divise sul tema; Carlo Ratti, architetto e direttore del MIT Senseable City Lab, disegna il futuro bio delle nostre città.

Il punto sulla comunicazione di Unipol

La presentazione di Changes magazine è stata l’occasione per fare il punto con Federici su come si evolverà la strategia di comunicazione del Gruppo Unipol nel corso di quest’anno.

«Non abbiamo ancora in programma di aggiungere a questa particolare iniziativa un progetto pubblicitario in senso stretto».

Non sono in partenza campagne nel breve/medio periodo, ci spiega dunque il manager, aggiungendo che qualora si decidesse di procedere in questo senso non sarebbero escluse gare per la definizione dei partner.

A fronte di una non ancora definita strategia di comunicazione per quest’anno, l’investimento in comunicazione del Gruppo è ancora in via di definizione.

Engage nella tua e-mail. Gratis, ogni giorno

Engage La Prima
La nostra newsletter quotidiana, contenente le 10 notizie più impattanti della giornata, per rimanere sempre aggiornato sui trend del mercato.

Engage Mag
Il nostro magazine periodico, con focus e speciali di approfondimento, distribuito anche in forma cartacea ai principali eventi di settore.

Partner Messages
Messaggi periodici dai nostri partner. Se acconsenti alla ricezione di queste email, aiuterai Engage a mantenere i suoi canali fruibili gratuitamente, e, oltretutto, potresti trovare inviti e informazioni utili alla tua azienda.