Hephaestus Venture negli Stati Uniti a supporto del Digital Health Italiano

Il Fondo di Private Equity italiano sarà presente al WSGR Investment di Austin per esplorare nuove opportunità d’investimento per le aziende italiane interessate al mercato americano. Confermata la presenza sia all’ALIF 2017 a Milano che alla Farnesina a Roma il 13 Dicembre per lo sviluppo in Brasile

di Andrea Di Domenico
14 novembre 2017
Sacca-Antonino
Antonino Saccà, Ceo & Founder di Hephaestus Venture

Come già comunicato qualche mese fa il Fondo di Private Equity Italiano Hephaestus Venture ha aperto anche al mercato americano, dopo quello brasiliano. Dopo essere stato invitato ad alcune conferenze a Menlo Park, Palo Alto e Mountain View a settembre, Antonino Saccà, Ceo e fondatore del Fondo, ha deciso di fare una missione esplorativa in California per verificare l’interesse al mercato americano delle aziende digitali italiane e quello delle americane verso l’Italia.

In particolare, Hephaestus Venture sarà presente tra il 6 e 8 dicembre prossimi a Austin al WSGR Investment Forum presso l’ University of Texas all’Austin’s Dell Medical School.

Il trend del Settore del Venture Capital negli Stati Uniti

Il tema è, quindi, quello del Digital Health, uno dei settori maggiormente “prospettici” della digital economy, al centro dell’evento americano. Tra gli Stati americani, è la California a essere praticamente una meta obbligata per chi vuole investire negli Stati Uniti: le imprese del grande Stato della West Coast hanno gestito il 54% del capitale venture alla fine del 2016 secondo NVCA 2017. Complessivamente, i primi tre stati in capitale di rischio in gestione negli Stati Uniti nel 2016 (California, Massachusetts e New York) detenevano l’83% del capitale gestito attivamente alla fine del 2016.

Non a caso, tra i 10 fondi venture con disponibilità più elevata negli Stati Uniti ben 9 sono basati in California. I maggiori investimenti nel 2016 sono stati incentrati sulle ICT, specialmente sui software “Social/Platform” come Uber, SnapChat, Lyft, e Airnbnb.

«In un contesto dinamico come quello americano – spiega Saccà – la quota di affiliazione nell’Healthcare è al terzo posto, rappresentando il 14% delle offerte nel Q2 2017. I Mega-rounds d’investimento sono aumentati verso i fondi con vertical sul Digital Health degli Stati Uniti, che hanno raccolto oltre 2 miliardi di dollari nel Q2 2017. Molto simile all’andamento del Digital Health, sono i dollari di finanziamento per il cybersecurity che sono aumentati nonostante un calo delle offerte». Il finanziamento Q2 2017 in quest’ultimo comparto ha superato 1 miliardo di dollari.

La creazione dell’Acceleratore HV Labs in Italia a Pavia

Il nuovo viaggio oltreoceano di Antonino Saccà conferma gli obiettivi di sviluppo internazionale di Hephaestus Venture: di recente, l’imprenditore ha confermato l’apertura a anche a nuovi mercati nei prossimi mesi come Cina, India, Sud Africa Regno Unito e Germania oltre alla creazione di un nuovo acceleratore in Italia a Pavia chiamato HV Labs, direttamente connesso al Fondo e a supporto del Corporate Venture Italiano. Il business plan di HV Labs è stato presentato alle banche e ad alcuni fondi italiani un paio di settimane fa, per una raccolta iniziale superiore ai 3 milioni di euro a titolo di equity.

Il dialogo con il Governo Italiano

Mentre si lavora su più fronti, Saccà conferma i punti chiave della strategia di sviluppo del Fondo, in particolare per quanto riguarda il dialogo con il Governo: «Abbiamo sempre cercato un contatto con i rappresentanti delle Istituzioni italiane poiché riteniamo corretto che siano i privati a supportare il Pubblico nella creazione di posti di lavoro in Italia e all’estero. Per questo motivo noi stessi non abbiamo richiesto il supporto di finanziamenti pubblici, che riteniamo non siano di supporto alla crescita e sviluppo dell’aziende, ma semmai a supporto della loro maturità».

«Già un anno fa a Reggio Emilia, nel corso della prima presentazione del progetto a Unindustria, abbiamo reso partecipi del progetto sia rappresentanti del Governo italiano, come il Ministro del Lavoro e Politiche Sociali Giuliano Poletti, sia rappresentanti del Fondo Italiano d’Investimento di Milano e Sistema Italia e di Invitalia a Roma. Non è un caso quindi che oggi accogliamo pieni d’orgoglio un nuovo invito dal Vice Ministro Mario Ciro del Ministero degli Esteri e della Cooperazione Internazionale alla Farnesina per la ottava Conferenza Italia-America Latina e Caraibi del 13 dicembre prossimo a Roma.
Ricordiamo inoltre che siamo anche in contatto con rappresentanti del Consolato del Brasile a Milano che hanno anche partecipato alla presentazione di Milano a Spazio Copernico su nostro invito il 20 giugno scorso, e che stiamo aggiornando circa la situazione di eventuale sviluppo a Rio de Janeiro con il Coppe Incubator e forse con il Celta Incubator di Florianopolis attraverso il loro Fondo Venture chiamato CVentures. Abbiamo anche iniziato a parlare con rappresentanti del Consolato degli Stati Uniti d’America a Milano e con Invest Hong Kong di Londra e Milano, a supporto dello sviluppo di businesses di aziende italiane che vogliono espandersi in Cina a Hong Kong».

«Tengo comunque a precisare – Conclude Saccà – che come azienda noi siamo dei privati e non apparteniamo ad alcuno schieramento politico italiano».

Engage nella tua e-mail. Gratis, ogni giorno

Engage La Prima
La nostra newsletter quotidiana, contenente le 10 notizie più impattanti della giornata, per rimanere sempre aggiornato sui trend del mercato.

Engage Mag
Il nostro magazine periodico, con focus e speciali di approfondimento, distribuito anche in forma cartacea ai principali eventi di settore.

Partner Messages
Messaggi periodici dai nostri partner. Se acconsenti alla ricezione di queste email, aiuterai Engage a mantenere i suoi canali fruibili gratuitamente, e, oltretutto, potresti trovare inviti e informazioni utili alla tua azienda.