Havas Media vince la gara TIM e lancia la nuova sede di Roma con Annalisa Spuntarelli

L’agenzia di cui è a.d. Stefano Spadini diventa il nuovo centro media della compagnia telefonica. L’ex Vizeum scelta per la guida degli uffici capitolini

di Simone Freddi
02 gennaio 2017
stefano-spadini-havas
Stefano Spadini

Havas Media, il centro media di Havas Media Group, si è aggiudicato il budget media di TIM.

E’ dunque confermata la vittoria della società guidata dall’a.d. Stefano Spadini nella gara indetta dalla società telefonica, a cui hanno preso parte anche l’uscente Maxus, Omnicom Media Group e Dentsu Aegis Network.

La consultazione, avviata da Telecom Italia sul finire della scorsa estate, aveva subito in autunno un rallentamento che aveva fatto supporre un prolungamento di alcuni mesi della collaborazione con Maxus, la centrale di Groupm che seguiva il cliente dal 2006, il cui contratto è scaduto a fine 2016.

Ad occuparsi del nuovo cliente, e del suo spending pubblicitario di circa 75 milioni di euro, in linea con gli scorsi anni, sarà la nuova sede romana di Havas Media Group, recentemente attivata sotto la guida di Annalisa Spuntarelli, in precedenza alla guida della sede capitolina di Vizeum.

Con l’apertura della sede romana, Havas Media Group continua a investire sul mercato italiano e a rafforzare la sua presenza, dopo un 2016 chiuso con un risultato migliore del mercato. 

Considerato il ruolo di controllo che Vivendi esercita su Telecom Italia e il fatto che la società della famiglia Bolloré controlla anche il gruppo Havas, molti osservatori davano come più che probabile l’esito della gara in favore della centrale guidata da Spadini, dopo che l’agenzia pubblicitaria del gruppo, Havas WW Milan, si era a sua volta assicurata la creatività della compagnia vincendo la gara dedicata (sotto, il nuovo spot TIM firmato Havas WW Milan).

Sta di fatto che, con l’acquisizione di TIM, Havas Media accresce il proprio amministrato con un budget media importante, come scritto nell’ordine dei 75 milioni di euro nel 2016, in un anno oltretutto che vedrà la compagnia telefonica fronteggiare l’offensiva di Vodafone, del nuovo player Wind/3 e dei futuri concorrenti di Iliad. E potrebbe non essere nemmeno l’unica novità di questo nuovo anno: la centrale è infatti coinvolta nelle fasi conclusive di altri tre pitch, il cui esito dovrebbe essere annunciato a breve.

 

Engage nella tua e-mail. Gratis, ogni giorno