Sky avvia gara media in Europa; l’Italia esclusa dal pitch

In palio un amministrato di 450 milioni di euro

di Andrea Salvadori
19 ottobre 2017
sky-uk

Sky ha deciso di rimettere in gioco la gestione del suo media pubblicitario in Europa. 

La gara riguarda la Gran Bretagna e l’Irlanda, dove Sky è il più importante top spender con un investimento di oltre 330 milioni di euro, Austria e Germania, dove la spesa tocca i 11o milioni, la Spagna (dove la società ha di recente fatto il suo ingresso lanciando un servizio OTT) ma non l’Italia, dove il broadcaster lavora con MEC. Complessivamente l’amministrato messo in gara dovrebbe ammontare a circa 450 milioni di euro. 

Ad occuparsi di Sky in Europa è principalmente il gruppo WPP (come avviene d’altronde in Italia): Mediacom è il centro media attualmente incaricato in Gran Bretagna, Irlanda e Spagna. In Germania e Austria invece, oltre a MediaCom, è Mindshare, network sempre di WPP, ad occuparsi del cliente.

Alla gara saranno invitate tutte le principali holding del mercato, a parte Omnicom Group, che già gestisce in Europa Liberty Global, l’editore di Virgin Media. Per la gestione del pitch Sky ha deciso di avvalersi dei servizi delle società di consulenza Ebiquity, ID Comms, Aperto One e della law firm Reed Smith.

Engage nella tua e-mail. Gratis, ogni giorno

Engage La Prima
La nostra newsletter quotidiana, contenente le 10 notizie più impattanti della giornata, per rimanere sempre aggiornato sui trend del mercato.

Engage Mag
Il nostro magazine periodico, con focus e speciali di approfondimento, distribuito anche in forma cartacea ai principali eventi di settore.

Partner Messages
Messaggi periodici dai nostri partner. Se acconsenti alla ricezione di queste email, aiuterai Engage a mantenere i suoi canali fruibili gratuitamente, e, oltretutto, potresti trovare inviti e informazioni utili alla tua azienda.