Publicis Groupe, nuovo piano strategico triennale

La società punta a raggiungere il 4% di crescita organica entro il 2020. Il Ceo Sadoun: «Vogliamo diventare partner indispensabili per i nostri clienti nella loro trasformazione digitale»

di Alessandra La Rosa
21 marzo 2018
arthur-sadoun-publicis-groupe-e1498003426196-620x348.jpg

Dati, contenuti e tecnologia. Su questi tre capisaldi Publicis Groupe fissa il suo nuovo piano strategico “Publicis 2020: Sprint to the future”. Un piano con cui la holding pubblicitaria francese, che ha chiuso il 2017 con ricavi consolidati in calo dello 0,4% rispetto a 2016 e una crescita organica dello 0,8%, punta a dare un’accelerata ai propri conti, con l’obiettivo di raggiungere il 4% di crescita organica entro il 2020, l’equivalente di un aumento di 900 milioni di euro di ricavi.

E la parola chiave di questa strategia, presentata martedì dal ceo Sadoun agli investitori è una: offrire ai clienti la possibilità di una comunicazione one to one scalabile con i loro consumatori. Un obiettivo che non è solo strategico ma anche operativo, con varie azioni da portare a compimento entro il 2020 e una chiara roadmap da seguire.

Tra di esse, una nuova organizzazione interna per il gruppo, costruita intorno ai singoli clienti attraverso alla figura dei client leader. La società ne ha già nominati 35 e conta di aumentare la cifra fino a 100 nei prossimi tre anni.

La “Sprint to the future” del gruppo passerà anche dalla struttura del business locale, che dovrà anch’essa essere cliente-centrica attraverso un’integrazione dei servizi prima divisi in silos e una maggiore efficienza in termini di gestione delle risorse. Un modello che è già attivo in alcuni mercati della holding e sta già dando dei buoni risultati. Entro il 2020 sarà esteso a tutte le regioni in cui Publicis opera.

Un’offerta attenta alle nuove esigenze dei clienti

Ma a cambiare, in qualche modo, sarà anche l’offerta stessa, che dovrà essere scalabile per rispondere alle nuove esigenze delle aziende e puntare anche su servizi di consulenza riguardo alle nuove frontiere del marketing: dati, creatività dinamiche e digital transformation. A tal proposito il gruppo conta di portare tutte le competenze in tema dati all’interno della stessa piattaforma Publicis Spine, avviare sei centri di eccellenza per la Dynamic Creativity e, attraverso la sua business unit Publicis.Sapient, creare delle industry practice sulla digital transformation. Attualmente questi tre temi rappresentano il 16% dei ricavi provenienti dai 100 clienti principali di Publicis Group, e la società punta a portarli al 30% nel 2020, e a una quota del 70% sulla crescita complessiva del gruppo.

«Vogliamo diventare partner indispensabili per i nostri clienti nella loro trasformazione digitale» ha spiegato il ceo Sadoun.

Connessione e investimenti

La roadmap del gruppo coinvolgerà anche la comunicazione interna, grazie alla piattaforma di intelligenza artificiale Marcel, annunciata lo scorso anno e su cui la società sta tuttora lavorando. Entro il 2020, Publicis conta di connettere, attraverso questo strumento, il 90% di tutti i suoi 80 mila dipendenti sparsi per il mondo.

Ultimo, ma non per ordina di importanza, per aumentare l’efficacia di questo nuovo modello, Publicis Groupe investirà sulle sue competenze strategiche: “la parte di talenti del Gruppo sarà la priorità, con assunzioni, training, sviluppo e riqualificazioni per la cifra di 300 milioni di euro tra il 2018 e il 2020 – ha spiegato la società in una nota ufficiale -. Le spese in conto capitale per Marcel, Publicis People Cloud e automazione dei processi rappresenteranno 100 milioni di euro nei prossimi tre anni, mentre le acquisizioni nei campi dati, creatività dinamiche e digital business transformation raggiungeranno tra i 300 e i 500 milioni di euro all’anno”.

Engage nella tua e-mail. Gratis, ogni giorno

Engage La Prima
La nostra newsletter quotidiana, contenente le 10 notizie più impattanti della giornata, per rimanere sempre aggiornato sui trend del mercato.

Engage Mag
Il nostro magazine periodico, con focus e speciali di approfondimento, distribuito anche in forma cartacea ai principali eventi di settore.

Partner Messages
Messaggi periodici dai nostri partner. Se acconsenti alla ricezione di queste email, aiuterai Engage a mantenere i suoi canali fruibili gratuitamente, e, oltretutto, potresti trovare inviti e informazioni utili alla tua azienda.