Havas Media Group, la crescita è a doppia cifra; Spadini: «Focus sui dati»

Prospettive positive per ricavi e amministrato anche guardando al 2018, considerando i nuovi clienti entrati in portafoglio nel corso dell’anno

di Andrea Salvadori
22 novembre 2017
Stefano-Spadini-CEO-Havas-M
Stefano Spadini

Ricavi e amministrato in crescita a doppia cifra, un ottimo andamento sul fronte dei nuovi incarichi, una politica di diversificazione del business nell’area dello sport e dei contenuti.

Havas Media Group, il centro media di Havas Group, si avvia a chiudere «un anno ancora molto positivo con incrementi del business a doppia cifra per il terzo esercizio consecutivo», spiega ad Engage il Ceo Stefano Spadini, intervistato in occasione del terzo e ultimo appuntamento annuale di “Sport for Breakfast”, il ciclo di incontri organizzato da Havas Sports & Entertainment dedicato ai temi dello sport business. E se sul fronte della profittabilità «posso dire che Parigi (sede dell’head quarter centrale di gruppo, ndr) è molto contenta», anche guardando al 2018 «le prospettive continuano ad essere rosee. Il prossimo anno raccoglieremo infatti i frutti del new business portato a casa nel corso nel 2017, undici clienti di cui dieci acquisiti direttamente in Italia», tra cui Tim, Molinari, Betsson, Chateau d’Ax e Saldi Privati.

Grazie a questi risultati, «l’Italia è diventata il settimo mercato in ordine di importanza all’interno del network internazionale di Havas Media Group». La filiale italiana ha scalato così la classifica dei centri media operativi sul mercato nazionale, posizionandosi a ridosso della top five, con un amministrato che nel 2016 è stato di 446 milioni di euro secondo i dati raccolti da Recma. L’indagine qualitativa realizzata sempre da questo istituto ha invece indicato in Havas Media la centrale più “dinamica” del mercato nazionale.

Havas Media Group ha in organico oggi circa 170 addetti tra gli uffici Milano e la sede di Roma, avviata a inizio anno, dopo l’acquisizione del budget media di Tim e guidata da Annalisa Spuntarelli. «Il tasso di turnover del personale è inferiore al 10%, il che vuol dire che in Havas Media Group si lavora bene e si può crescere professionalmente. Anche nel 2018 investiremo sul talento e rafforzeremo dunque l’organico, in particolare con una figura di spessore nell’area della tecnologia e dei dati».

Havas Media Group sta dedicando particolare attenzione all’area tecnologica e analitica. Nel nostro paese è dunque operativo DBi (Data business intelligence), il team che si occupa di consulenza, progettazione e gestione nel mondo dei big data con lo scopo di aiutare i clienti a incrementare i profitti attraverso analisi dei dati e soluzioni tecnologiche intelligenti. Ad oggi, nel nostro mercato sono state attivate quattro delle sei aree di intervento che caratterizzano il network a livello internazionale (Audience Insights, Data collection, Activation-Personalization, Data consulting, Data management e Advanced BI).

Sempre nell’ambito dei dati, Adcity, la soluzione di audience planning applicata all’outdoor, potrà presto contare «su un nuovo sistema di misurazione grazie ad una partnership che annunceremo a breve al mercato. Grazie a questa importante novità, saremo in grado di applicare le logiche del programmatic anche ai circuiti out-of-home».

Sempre più sport e contenuti

La crescita di Havas Media Group passa da un lato dal consolidamento del core business, l’area media e tecnologica, dall’altro da una politica di diversificazione nello sport e nei contenuti. Per quanto riguarda le attività di Havas Sports & Entertainment, il capitolo più importante che si è aperto di recente riguarda l’incarico di advisor commerciale della Lega B di calcio, un contratto quadriennale ottenuto dopo aver vinto la relativa gara. Havas è subentrato a RCS Sport e ha definito con la Lega un obiettivo di crescita a doppia cifra del giro d’affari del brand Serie B.

Nell’area dei contenuti Havas Media Group potrà contare invece sul progetto dell’Havas Village, pensato proprio per assicurare una collaborazione fluida tra i team media e creativi, e sulle sinergie con la capogruppo Vivendi, destinate a crescere alla luce del rafforzamento della presenza del gruppo francese nel nostro paese attraverso il controllo di Tim.

Engage nella tua e-mail. Gratis, ogni giorno

Engage La Prima
La nostra newsletter quotidiana, contenente le 10 notizie più impattanti della giornata, per rimanere sempre aggiornato sui trend del mercato.

Engage Mag
Il nostro magazine periodico, con focus e speciali di approfondimento, distribuito anche in forma cartacea ai principali eventi di settore.

Partner Messages
Messaggi periodici dai nostri partner. Se acconsenti alla ricezione di queste email, aiuterai Engage a mantenere i suoi canali fruibili gratuitamente, e, oltretutto, potresti trovare inviti e informazioni utili alla tua azienda.